Timothée Chalamet interpreterà Bob Dylan in un biopic sulla sua vita

Il progetto, annunciato nel 2020, era stato messo in pausa. Ora la produzione è ripartita: a confermarlo è il regista, già dietro a - tra gli altri - "Quando l'amore brucia l'anima - Walk the line", "Wolverine" e "Le Mans '66".
Timothée Chalamet interpreterà Bob Dylan in un biopic sulla sua vita

A guardare le foto dell'attore e del cantautore da giovane, verrebbe da dire che i produttori non avrebbero potuto fare una scelta migliore: Timothée Chalamet interpreterà Bob Dylan in un biopic sulla vita del cantautore, tra i più grandi della storia della canzone americana.

Il 26enne attore newyorkese, lanciato nel 2014 da Christopher Nolan con "Interstellar", consacrato nel 2017 da "Chiamami col tuo nome" di Luca Guadagnino (agli Oscar ottenne una candidatura come "miglior attore"), avrebbe preso lezioni di chitarra per calarsi totalmente nei panni del Bardo di Duluth nel film di James Mangold che ne ripercorrerà la parabola umana e artistica. La notizia sulle lavorazioni di un film su Bob Dylan con la partecipazione di Timothée Chalamet era stata diffusa già all'inizio del 2020 dal portale Deadline, poi il progetto venne messo in pausa. A confermare che la produzione è ufficialmente ripartita è stato il regista James Mangold. .

Il film, che dovrebbe intitolarsi "Going Electric", sarà il primo biopic ufficiale sulla carriera di Bob Dylan, che nel 2020 ha venduto il proprio catalogo di canzoni a Universal per la bellezza di 300 milioni di dollari ha deciso, una delle mosse più commentate del marketing dei cataloghi musicali. A realizzare un film biografico sull'autore di "The times they are a changin'" ci provò già nel 2007 Todd Haynes, con "I'm not there", che però non conteneva riferimenti espliciti alla vita di Dylan (con una didascalia posta all'inizio del film il regista, co-autore anche della sceneggiatura, insieme a Oren Moverman, dichiarava di essersi "ispirato alla musica e alle molte vite di Bob Dylan"). L'unica apparizione del cantautore nel film fu l'inserimento di un video girato in occasione di un concerto del 1966. Evidentemente il boom del genere biopic, da "Bohemian Rhapsody" (su Freddie Mercury e i suoi Queen) a "Rocketman" (su Elton John), deve aver suscitato la curiosità di Dylan: Baz Luhrmann sta lavorando sulla storia di Elvis Presley, il produttore Graham King sta lavorando sulle sceneggiature di biopic dedicati a Bee Gees e Michael Jackson, intanto il 26 febbraio negli Usa uscirà "The United States vs Billie Holiday".

La trama del film seguirà il percorso umano e artistico di Bob Dylan: la sceneggiatura si apre con l'arrivo del cantautore 19enne a New York City e il film parlerà anche della leggendaria esibizione di Dylan al Folk Festival di Newport del luglio 1965, il più importante raduno della scena americana, e della sua svolta elettrica.

James Mangold, newyorkese, 58 anni, ha diretto - tra gli altri - "Quando l'amore brucia l'anima - Walk the line" (2005, vincitore di un Golden Globe come "Miglior film commedia o musicale"), "Wolverine - L'immortale" (2013), "Le Mans '66 - La grande sfida" (2019) e sta girando attualmente, oltre al film su Dylan, il quinto capitolo della saga di "Indiana Jones".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.