WF-1000XM4: Sony ridisegna i suoi auricolari wireless

La prova del nuovo modello di punta della casa giapponese, completamente rinnovati rispetto al modello precedente: sono decisamente più piccoli e fedeli, e mirano a mettere in crisi le AirPods Pro
WF-1000XM4: Sony ridisegna i suoi auricolari wireless

L'affollato campo degli auricolari wireless ha un nuovo pretendente al trono: le Sony WF-1000XM4. È la seconda generazione delle cuffiette della casa giapponese: due anni fa con le WF-1000XM3 (qua la nostra recensione) spostò in alto l'asticella, immettendo sul sul mercato il primo modello con cancellazione del rumore.
Squadra che vince (non) si cambia? Sony ha avuto un approccio parecchio conservativo con le "cuffione", che sono tuttora tra le migliori sul mercato ma hanno lo stesso design da 4 generazioni Invece, nel settore degli auricolari, Sony ha scelto di cambiare tutto: le WF-1000XM4 sono state completamente ripensate e ridisegnate rispetto al modello predecedente.

 .
La versione breve: sono ora decisamente migliori e vanno dritte all'attacco delle conocorrenti che in questi anni hanno inondato il mercato - in particolare le AirPods Pro, le cuffiette di casa Apple con cancellazione del rumore. La versione lunga: leggete qua sotto la nostra recensione.

Il design e i controlli

La reinvenzione parte dalla confezione: addio alle scatole grosse e plasticose. Le Sony WF-1000XM4 si presentano in una piccola scatolina di materiali riciclati, molto piacevole ed essenziale (oltre che eticamente decisamente migliore). 
Anche le cuffie in sé sono compattate. In generale il design è classico: un contenitore che contiene gli auricolari e funge da power bank. Ma le dimensioni sono ridotte del 40%, e sembra pure di più: il confronto con le XM3 è impietoso per queste ultime.  Anche gli auricolari sono più piccoli, tanto da essere meno sporgenti: ora ricalcano le linee del padiglione dell'orecchio. Hanno controlli touch sul padiglione, come le Sony WH-1000XM3.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/JtHuSA4ZM033H4TWuHzQYRuNuiI=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/img-1827.jpeg

Sony WF-1000XM3 vs. sony WF-1000XM4 

Il suono e la cancellazione del rumore 

Era già il campo di eccellenza delle WF-1000XM3, ed è stato migliorato. Ora le sony WF-1000XM4 suonano ancora più equilibrate, con un po' di basso in meno e un po' di precisione in più: davvero notevoli, forse le migliori in circolazione in questo settore. 
La cancellazione del rumore è ottima: dipende inevitabilmente e parzialmente da fattori "passivi" (il modo in cui sistemate le cuffie nell'orecchio), ma se ben sigillate,la cancellazione attiva attraverso software e microfoni è notevole. C'è sempre la possibilità di attivare un "Ambient sound" che filtra i rumori e permette di essere consapevoli di quello che succede attorno: è buona, ma un po' meno definita della AirPods Pro (le migliori in questo campo, quasi non si sentono quando usano la funzione trasparenza). Ottima la qualità audio della voce nelle telefonate. 

Le  WF-1000XM4 ora supportano la riproduzione audio wireless ad Alta Risoluzione grazie a LDAC e il 3D audio di Sony. Ma a differenza dello Spatial Audio di Apple - incluso nelle AirPods Pro e nell'abbonamento standard di Apple Music - richiede un pagamento ulteriore sulle piattaforme (e non di poco). Di fatto, nelle cuffie Sony è una funzione secondaria.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/loUfFknF5HC-rhs21DaiSggWYoA=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/img-1829.jpeg

sony WF-1000XM4 vs. AirPods Pro

L’uso e la batteria

Le WH-1000XM4 dichiarano 8 ore di uso, più tre ricariche (24 ore complessive) di uso che diventano 32 se non si usa la riduzione del rumore, con un aumento del 25% rispetto al precedente modello. Le ho usate per una settimana senza dover ricaricare la custodia.
Si collegano automaticamente appena tolte dalla custodia, ma manca anora la connessione multipla, peraltro introdotta solo recentemente nelle cuffione Sony.

 I padiglioni sono touch: la destra per il controllo playback, la sinistra per il controllo della cancellazione rumore (o per attivare la comoda funzione di "mute" che abbassa il suono, se si tiene un dito appoggiato per qualche secondo).  Servono anche per gestire assistenti vocali (Alexa, Google e Siri), playback, risposta al telefono, riduzione del rumore, pairing. I controlli sono molto sensibili (pure troppo, tanto che ogni tanto basta toccare le cuffie per sistemarle per attivarle inavvertitamente) e sono personalizzabili tramite l'app di Sony. .

Un grande cambiamento è la vestibilità: abbondonato il gommino in silicone, ora c'è n'è uno in memory foam, che si adatta all'orecchio e lo sigilla, senza affaticarlo. La confezione ne comprende tre di diverse misure: ci vogliono un po' di tentativi per trovare quello giusto, che dia una buona sensazione di stabilità. L'applicazione collegata - la stessa di tutte le cuffie Sony - ha un test per misurare che il gommino sia della misura giusta, ma il processo è un po' macchinoso, tanto da richiedere una foto del vostro orecchio. A differenza delle predecessori, le Sony WF-1000XM4 sono più adatte allo sport, tanto da essere certificate come impermeabili al sudore.

Conclusioni

Le Sony WF-1000XM4 si candidano a migliori auricolari wireless sul mercato: un posizionamento che si vede anche dal prezzo (attorno ai 280€). Se siete nell'ecosistema Apple, le AirPods Pro possono essere più comede perché integrate - anche se si sentono un po' meno bene. Assieme alla vestibilità - un fattore soggettivo che dipende dalla forma dell'orecchio - è l'unica cautela da tenere presente: per il resto sono ottime, piacevoli e belle, e consigliatissime, se avete questo budget a disposizione.

Il verdetto: VOTO: 4.5/5

PRO:  Completamente reinventate rispetto alle sony WF-1000XM3, decisamente più compatte e portatili, con suono ottimo, e cancellazione del rumore efficace: 
CONTRO: Prezzo importante (quasi 300€). La vestibilità dipende dalla forma dell'orecchio. Manca ancora la connessione multipla.
PROVATE ASCOLTANDO:  Mace, "Obe"; Tom Petty, "Angel dream"; Daniel Avery, "Together in static"

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.