Noah Weiland e Tye Trujillo hanno formato i Blu Weekend

I due figli d'arte hanno unito nuovamente i loro talenti, dopo i Suspect208
Noah Weiland e Tye Trujillo hanno formato i Blu Weekend

Noah Weiland e Tye Trujillo, rispettivamente figli del defunto cantante degli Stone Temple Pilots Scott Weiland e del bassista dei Metallica Robert Trujillo, hanno messo in piedi un nuovo gruppo chiamato Blu Weekend.

La band, che vede in formazione oltre che i due 'figli di' anche il chitarrista Anthony Laurie e il batterista Jackson Morris, ha debuttato all'iHollywood Film Festival la scorsa settimana, come parte della presentazione del documentario 'The Original Charvel Gang'.

I due in precedenza avevano suonato insieme nei Suspect208 insieme al figlio di Slash, London Hudson, prima di separarsi lo scorso mese di maggio, a soli sei mesi dal debutto avvenuto nel novembre 2020. Prima dello scioglimento, Noah Weiland era stato allontanato a causa di complicazioni dovute all'abuso di droga.

In un'intervista rilasciata al The Blairing Out With Eric Blair Show, Tye Trujillo ha spiegato come il suono dei Blu Weekend sarebbe diverso da quello dei Suspect208: "Credo che abbiamo un'atmosfera più punk. Quello che suoneremo stasera avrà un vibe più punk. Perché suoneremo "Shark Attack", una delle vecchie canzoni di Noah. Quindi dovrebbe essere piuttosto divertente.”

A Trujillo è stato inoltre chiesto se, nel caso, sarebbe pronto a sostituire il bassista dei Korn Reginald 'Fieldy' Arvizu, dopo l'annuncio di qualche settimana fa che Fieldy si sarebbe preso una lunga pausa dal gruppo per affrontare le sue "cattive abitudini".

Trujillo, che ha già sostituito Fieldy nei Korn quando aveva solo 12 anni, ha aperto all'eventualità dicendo che, sempre nel caso, sarebbe interessato. "Sono pronto. Conosco le canzoni da tempo e ho la mia esperienza nel suonare. Se sono interessati, ovviamente sono più che disposto ad andare con loro".



In un'intervista del dicembre scorso, Noah Weiland parlando in una intervista del confronto tra la sua voce e quella del padre, disse: “Non sono preoccupato dal vivere nella sua ombra. È solo così da tanto tempo prima che le persone mi hanno conosciuto per quello che sono. Immagino che molta gente possa dire che sembro mio padre, ma questo è solo un piccolo esempio di ciò che possiamo fare".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.