Blink-182, da Mark Hoppus aggiornamenti sul suo stato di salute

Il bassista e cantante conferma di essere nel pieno di un ciclo di chemioterapia ma di ‘sentirsi molto meglio’: ‘Oggi sento che non vomiterò: la prendo come una vittoria’
Blink-182, da Mark Hoppus aggiornamenti sul suo stato di salute

Il bassista e co-frontman dei Blink-182 Mark Hoppus è tornato a parlare del suo stato di salute dopo aver annunciato via social a pubblico e fan, lo scorso 24 giugno, di aver iniziato un ciclo di chemioterapia per curare una forma di tumore: l’artista ha colto l’occasione per informare i fedeli del trio pop-punk californiano nel corso di una diretta sulla piattaforma dedicata al gaming Twitch.

“Come sto oggi? Molto meglio di ieri”, ha detto Hoppus: “Ieri è stato un inferno, ma oggi mi sono svegliato in condizioni decisamente migliori: sono andato a fare una passeggiata, e ho fatto una colazione decente. Ho preso come una vittoria il fatto di sentire che oggi non avrei vomitato”.

Ringraziando i fan per gli auguri di pronta guarigione - “Ce la sto mettendo tutta” - l’artista ha aggiunto: “Nei giorni sì faccio qualcosa: la passeggiata di oggi è stata la prima dopo più o meno cinque giorni chiuso in casa. Per la verità questo ciclo di chemioterapia non mi inchioda al divano: ho guardato dei film, pulito la casa e fatto un giro coi miei cani”.

Non che l’attuale condizione non sia provante, per Hoppus. “Al momento non posso andare da nessuna parte”, ha raccontato: “Volevo andare alla partita dei Dodgers, ieri sera, ma non ho potuto. E non posso nemmeno andare al ristorante con i miei amici: il mio numero di globuli bianchi è troppo basso per uscire, quindi sono bloccato qui nel tentativo di migliorare. Va bene, ci sto”.

Nei giorni scorsi messaggi pubblici di vicinanza sono arrivati dagli altri due elementi del nucleo storico del trio californiano, Travis Barker e Tom DeLonge, quest’ultimo uscito dalla band nel 2015 per dedicarsi a tempo pieno all’ufologia. “Sapevo della condizione di Mark da tempo”, ha scritto DeLonge sui suoi canali social: “Volendo aggiungere qualcosa a quanto detto da lui, posso dire che è forte, sovrumano, e che sta affrontando questo difficile ostacolo con tutto sé stesso”. “Mark è come mio fratello, lo amo e lo sostengo”, ha fatto sapere Barker: “Sarò con lui in ogni momento e non vedo l’ora di tornare a suonarci preso insieme”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.