Bob Dylan, revisited: 80 anni di un mito

il 24 maggio 1941 nasceva Robert Allen Zimmerman. Ecco come lo festeggiamo, con l'aiuto di Manuel Agnelli, Francesca Michielin, Cesare Cremonini, Vinicio Capossela, Riccardo Bertoncelli, Alessandro Carrera, Bobby Solo, Tito Schipa Jr.
Bob Dylan, revisited: 80 anni di un mito

“I was so much older then/I’m younger than that now”: è una delle frasi più belle e citate di Dylan: impossibile non partire da qua, per gli 80 anni di una leggenda. Il 24 maggio 1941 a Duluth, Minnesota, nasce Robert Allen Zimmerman. Qualche anno dopo si ribattezzerà - anche legalmente - Bob Dylan.

Non è la prima leggenda della musica contemporanea a superare questo traguardo, certo. Ma è l’unico cantante rock ad avere vinto un premio Nobel. E arriva a questo traguardo dopo un disco stupendo come “Rough and rowdy ways”: è davvero “Younger than that now”. 

La sua è una storia lunga e complessa fatta di rivoluzioni vere e proprie: la sua musica e le sue parole hanno cambiato il modo in cui intendiamo canzoni e album. Per non smentire la sua fama di persona che fa le cose a modo suo, fregandosene delle convenzioni e di quello che la gente pensa di lui, ha anche venduto i diritti del suo catalogo: giustamente, è stata la cifra più alta mai pagata per un insieme di canzoni. Sono patrimonio dell’umanità, hanno un valore ancora più alto di quello pagato da Universal per poterne gestire i diritti.

Su Rockol così troverete diverse cose, tra domani e lunedì: notizie, e omaggi e riflessioni inedite. Abbiamo chiesto a musicisti di diverse generazioni di raccontare il loro rapporto con Dylan, da Bobby Solo (che lo ha cantato in italiano - e ci sarà un elenco di versioni di Dylan nella nostra lingua) a Manuel Agnelli, da Francesca Michielin a Vinicio Capossela, a Cesare Cremonini, a Paola Turci. Abbiamo parlato di lui con Tito Schipa Jr (il suo primo traduttore), con il decano della critica e dylanologo Riccardo Bertoncelli, e con lo studioso Alessandro Carrera, direttore del programma di Italian Studies all'Università di Houston, ma soprattutto uno dei massimi esperti mondiali di Dylan.

Domani e lunedì vedrete una serie di interviste, approfondimenti e testimonianze video. Completerà il tutto una playlist compilata in parte dalla redazione, in parte dagli artisti ed esperti che hanno contribuito a questo speciale.

Happy Birthday, Bob!

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.