La canzone che metteva in difficoltà Freddie Mercury e i Queen

Il frontman dei Queen disse che "Somebody to Love" era difficile da proporre in concerto
La canzone che metteva in difficoltà Freddie Mercury e i Queen

Alcune canzoni dei Queen non sono di semplice esecuzione dal vivo in concerto a causa dell'elaborata e sofisticata produzione in sala di registrazione. Ce ne era una, in particolar modo, che metteva in difficoltà il frontman della band britannica Freddie Mercury.

Nel volume 'Freddie Mercury: A Life, in His Own Words', il musicista scomparso il 24 novembre 1991 ha spiegato con dovizia di particolari come le canzoni dei Queen spesso in concerto non suonano come su disco. Mercury prese ad esempio, quale brano difficoltoso da riprodurre dal vivo per cause squisitamente tecniche, "Somebody to Love", canzone pubblicata dalla band londinese nel suo quinto album del 1976, "A Day at the Races".

Ecco cosa disse al proposito l'indimenticabile cantante dei Queen: "Canzoni come "Bohemian Rhapsody" e "Somebody to Love" sono molto prodotte. Molto, molto orientate sulla parte vocale. Ecco perché "Somebody to Love" è killer da cantare dal vivo, è molto snervante. La prima volta che abbiamo cantato quella canzone in concerto, l'abbiamo fatta molto velocemente perché volevamo solo finirla. Questo genere di brani devono essere arrangiati in modo diverso. Intendo dire, come si può ricreare un coro gospel di 160 elementi sul palco?".

Mercury ha continuato dicendo che era impossibile ricreare quella canzone dal vivo: "Per quanto ne so, molte delle persone che comprano i nostri dischi sono abbastanza intelligenti da rendersi conto che per tutte le parti vocali siamo solo noi quattro.

Pertanto, sanno che non possiamo assolutamente ricreare un coro di 160 elementi sul palco, per quanto ci si possa provare. La cosa più importante per me è che venga trasmessa sul palco l'atmosfera della canzone.".



“Somebody to Love” - canzone scritta da Freddie Mercury – negli Stati Uniti raggiunse 'solo' la posizione numero sedici della classifica di vendita dei singoli. Non è stata quindi un grandissimo successo, ma si è comportata meglio di altri grandi classici dei Queen come "Don't Stop Me Now", "Under Pressure" e “I Want to Break Free”. Mentre l'album che include la canzone, "A Day at the Races", ha scalato la chart fino al secondo posto. Nella natia Gran Bretagna andò molto meglio, il singolo salì fino alla seconda posizione e l'album conquistò la vetta della classifica.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.