Solo Eric Clapton comprende Van Morrison

Il musicista irlandese rivendica la libertà di parola
Solo Eric Clapton comprende Van Morrison

Van Morrison denuncia di avere avuto delle "reazioni molto negative" per aver esercitato la "libertà di parola" nelle sue canzoni. Il 75enne musicista irlandese ha criticato apertamente le misure prese durante il lockdown. L'anno scorso ha pubblicato tre canzoni di protesta e ha lanciato una campagna per salvare la musica dal vivo durante la pandemia, ma è rimasto sorpreso dal fatto che il solo Eric Clapton, tra i suoi colleghi, abbia prestato attenzione alla sua richiesta di "combattere la pseudoscienza e parlare".

Morrison è preoccupato perché pensa che le persone che esprimono delle opinioni diverse dalla linea dettata dai poteri forti vengano messe a tacere.

Parlando con il quotidiano Times ha dichiarato: "La sola altra persona che ha una qualche spinta o motivazione per parlare di ciò che sta accadendo e di mettere in discussione le cose, è Eric. Alcune persone hanno fatto una petizione per porre fine al lockdown, ma nessuno presta attenzione alle petizioni, vero? Se posso scriverne, lo faccio. Licenza poetica, libertà di parola. una volta erano cose positive. Perchè ora non più? Non lo capisco. Alcune persone lo chiamano culto. È come una religione. Che qualcuno sia d'accordo con me oppure no è irrilevante. Così come dovrebbe esserci libertà di stampa, dovrebbe esserci libertà di parola, e al momento sembra che non sia prevista. Se fai delle canzoni che sono un'espressione della libertà di parola, ottieni una reazione molto negativa.".



Van Morrison inoltre non pensa che sia così scontato che la musica dal vivo tornerà presto. Quando gli è stata posta questa domanda ha risposto: “Ho sentito che alcuni promotori di musica si sono incontrati con le persone dell'Imperial College che gestiscono l'intera cosa. Beh, Klaus (Schwab, il presidente esecutivo del World Economic Forum, ndr) gestisce l'intera faccenda. La tua ipotesi vale quanto la mia perché la libertà non è più scontata. Devi lottare per questo. È qui che entra in gioco il blues."

La visione di Van the Man sullo stato del mondo è parte delle ventotto canzoni (scelte tra più di cinquanta) che compongono il suo nuovo album "Latest Record Project: Volume 1" , che sarà pubblicato il prossimo 7 maggio. “Quando sei in ballo tendi a scrivere di più e ad andare avanti, e senza fare concerti si ha più tempo per riflettere. Scrivo la mattina, tutti i giorni dalla colazione fino a pranzo, e per quel lasso di tempo sono totalmente concentrato. L'ispirazione non scende dal camino. Devi lavorare alla magia. La maggior parte delle volte si tratta di lavorare con la noia, il periodo in cui ti annoi generalmente finisce per essere il più creativo. Una volta ho parlato con un artista che mi ha detto che deve fissare una tela bianca per dei secoli prima di poter iniziare a dipingere".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.