Whitney Houston, i dubbi sulla morte per l'ex marito: "Gordon era l'unico presente"

A nove anni dalla scomparsa della cantante e a sei da quella della figlia, Bobby Brown non si dà pace. E, ospite di un talk, punta il dito contro l'ex fidanzato della ragazza.
Whitney Houston, i dubbi sulla morte per l'ex marito: "Gordon era l'unico presente"

Bobby Brown, ex marito di Whitney Houston e padre di Bobbi Kristina Brown, la figlia della cantante, morta tre anni dopo la mamma in circostanze simili (annegò anche lei nella vasca da bagno, ma poi restò diversi mesi in coma), ha sollevato alcuni dubbi sul decesso dell'ex moglie e della figlia. Tirando in ballo Nick Gordon, fidanzato di Bobbi Kristina morto a sua volta nel gennaio del 2020 in seguito a un'overdose. Ospite del talk show americano "Red Table Talk", Brown è tornato a parlare delle due perdite e ha detto:

"Gordon era l'unico presente in entrambe le situazioni con la mia ex moglie e mia figlia e tutte due sono morte nello stesso modo. Stava sempre con loro. Penso sia stato lui a dargli le droghe".

Nick Gordon venne giudicato nel 2016 responsabile della morte della figlia di Whitney Houston, accusato di aver dato all'allora compagna un cocktail a base di alcol, droghe e farmaci. Come stabilito dagli esami autoptici disposti dalle autorità sul corpo della ragazza, ad uccidere Bobbi Kristina non furono gli stupefacenti quanto l'effetto che ebbero su di lei: priva di sensi, annegò nella vasca, entrando in coma. Non si svegliò più.

Ad un certo punto emersero anche dettagli su violenze subite da Bobbi Kristina da parte di Gordon. Suo padre sull'argomento ha detto:

"Avrei dovuto vederla due giorni dopo. Se solo potessi tornare indietro. Lei sarebbe ancora qui. Avrei scoperto cosa stava succedendo e sarei intervenuto".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.