DMX, il manager: ‘È ancora vivo’. Intanto è uscito un nuovo singolo con membri di Deep Purple e Yes

Dopo le notizie false riguardanti la morte del rapper di "Grand Champ”, il manager dell’artista è intervenuto per fare chiarezza sulle sue condizioni. Nel frattempo è stato pubblicato il brano “X Moves” con Ian Paice e Steve Howe.
DMX, il manager: ‘È ancora vivo’. Intanto è uscito un nuovo singolo con membri di Deep Purple e Yes

Dopo che sono state divulgate in rete notizie false riguardanti la morte di DMX, attualmente ricoverato nel reparto di terapia intensiva presso il White Plains Hospital di New York dopo essere stato trasportato d'urgenza in ospedale lo scorso 2 aprile a seguito di un'overdose, il manager del rapper statunitense Steve Rifkind è intervenuto per confermare che l’artista è ancora vivo, seppur in condizioni critiche.

Con un video condiviso sul proprio profilo Instagram oggi, 9 aprile, il manager di Earl Simmons - questo il nome all’anagrafe del 50enne rapper - ha fatto sapere che DMX è tenuto in vita artificialmente e ha chiesto ai fan di smettere di diffondere informazioni fasulle.

“DMX è ancora vivo ma è tenuto in vita artificialmente”, si legge nella didascalia della clip riportata più avanti, attraverso la quale Rifkind ha informato che: “Sì, lui è tenuto in vita artificialmente. Ma per favore, non sono d’aiuto per nessuno questi rumor falsi”. Ha aggiunto: “Lasciate che la famiglia si rilassi per una notte. Domani sarà rilasciata una dichiarazione dalla famiglia. L’unica cosa che chiedo è di smetterla con i rumor”.

Nelle ore precedenti all’intervento del manager di DMX, l’attrice americana Luenell, amica del rapper, aveva condiviso su Instagram una serie di storie in cui aveva scritto: “È finita. Il mio amico se ne è andato […] RIP…… DMX”. E ancora: “Quando il tuo spirito ti abbandona e gli organi cedono, il corpo diventa solo un guscio. Si viene avvolti dalle braccia del Signore. Questo è ciò che ‘io’ intendo con andato. Mi dispiace per tutti”. 

Le stories di Luenell sono state condivise su Twitter anche dal profilo social del marchio di streetwear Saint, che ha inizialmente pubblicato un post per comunicare la morte di DMX all’età di 50 anni. Il tweet è stato successivamente cancellato e sulla pagina del brand è stato poi condiviso un messaggio in cui è stato scritto: “Abbiamo cancellato il tweet per rispetto di DMX e dei suoi cari. Un’amica di DMX ha pubblicato questo sulle sue storie di Instagram, successivamente rimosso. Ci scusiamo per la confusione. Le nostre preghiere sono rivolte a lui e alla sua famiglia”. 

Nel frattempo è stato pubblicato un nuovo singolo di DMX che, intitolato “X Moves”, vanta della collaborazione del batterista dei Deep Purple Ian Paice e del chitarrista degli Yes Steve Howe, oltre che di Bootsy Collins. Il brano, che è possibile ascoltare nel video riportato di seguito, è disponibile su tutte le principali piattaforme digitali, dove è stato condiviso anche un EP intitolato “A Dog’s Prayers”. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.