Il rapper DMX è ricoverato in ospedale in condizioni critiche dopo un'overdose

Il rapper di "Grand Champ" è attualmente ricoverato in terapia intensiva
Il rapper DMX è ricoverato in ospedale in condizioni critiche dopo un'overdose

Stando a quanto riportato dal sito di gossip e intrattenimento Tmz, Earl Simmons, il rapper meglio conosciuto come DMX, è ricoverato in ospedale in condizioni critiche dopo un’overdose. 

L’artista, classe 1970, si è sentito male ieri sera - 2 aprile - intorno alle 23 a seguito del consumo di droga ed è successivamente stato trasportato d’urgenza da un’ambulanza presso il White Plains Hospital, New York, dove è attualmente ricoverato in terapia intensiva. Secondo quanto riferito da alcune fonti a TMZ, l’overdose avrebbe causato a DMX un attacco di cuore e, seconda una di queste, sembrerebbe che il rapper, anche se in condizioni critiche, stia reagendo e che il suo cervello sia ancora “attivo”. Un’altra fonte, però, ha dichiarato che Simmons si troverebbe in uno “stato vegetativo” e che i dottori avrebbero riferito che potrebbe non riprendersi. 

DMX ha alle spalle una lunga lotta contro l'abuso di sostanze. Nel 2010 il rapper è stato arrestato per violazione della libertà vigilata per uso di sostanze stupefacenti durante il regime di semilibertà e l’anno successivo è tornato in un carcere dell’Arizona per essere stato nuovamente trovato in possesso di droga. I problemi con la legge per Earl Simmons sono continuati negli anni seguenti: all’inizio del 2018, dopo essersi dichiarato colpevole di evasione fiscale e aver pagato una cauzione di 500.000 dollari, il rapper ha violato i termini della sua libertà su cauzione dopo essere risultato positivo a un test antidroga. Nel marzo dello stesso anno DMX è poi stato condannato a un anno di carcere sempre con l’accusa di evasione fiscale, salvo poi essere rilasciato a gennaio 2019. 

Nel corso della sua carriera il rapper, che ha debuttato sul mercato del disco con “It's Dark and Hell Is Hot” del 1998, ha dato alle stampe sette album in studio, l’ultimo dei quali è “Undisputed”, uscito nel 2012. A questo ha fatto seguito nel 2015 “Redemption of the Beast”, una raccolta di canzoni composte da DMX per il disco, la cui pubblicazione però non era autorizzata dall’artista. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.