Steven Van Zandt (E-Street Band di Bruce Springsteen): ‘Salvate lo stadio di San Siro’

Lo storico sodale del Boss sul progetto di demolire il Meazza di Milano, una delle venue preferite della voce di ‘Born in the USA’: ‘Sarebbe terribile, è un luogo sacro e leggendario’
Steven Van Zandt (E-Street Band di Bruce Springsteen): ‘Salvate lo stadio di San Siro’

Il chitarrista della E-Street Band di Bruce Springsteen Steven Van Zandt è stato intervista da Andrea Laffranchi del Corriere della Sera in occasione dell’uscita di “Macca to Mecca”, live album che documenta l’esibizione del progetto solista del chitarrista americano - i Disciples of Soul - al Cavern Club, lo storico locale di Liverpool che vide i Beatles muovere i primi passi.

A margine delle considerazioni sulla sua nuova pubblicazione l’artista si è espresso anche in merito al (discusso) progetto di abbattere lo stadio Meazza di San Siro, una delle venue preferite dal Boss e tappa immancabile nel tour mondiali che il rocker del New Jersey ha intrapreso - e intraprenderà - con la E-Street Band:

“[A San Siro] Arriveremo, ma ho letto che lo vogliono abbattere. Non può accadere, sarebbe terribile. A renderlo diverso anzitutto è la gente, i fan... sono incredibili ovunque ma a Milano un po’ più matti. Ma uno dei motivi per cui è così bello è la sua configurazione: si suona sul lato lungo e quindi il fondo della platea è più vicina del solito. E poi è anche più alto. Tutto questo lo rende più intenso, come se fosse un grande teatro. Se ci sarà un altro posto ci andremo, ma non sopporto quando un posto leggendario e sacro viene distrutto”

Little Steven ha colto l’occasione anche per commentare lo stato dell’industria musicale attuale:

“Non si vendono più dischi. Ci saranno cinque artisti che vendono, Beyoncè, Taylor Swift e qualcuno dell’hip hop. Il rock non vende più”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.