Mario Draghi cita Adriano Celentano

Nel suo discorso in Senato della mattina di mercoledì17 febbraio

Non l'ha sottolineato, come invece ha fatto il Papa citando una frase di una canzone di Mina qualche giorno fa ("Parole parole"); ma nel suo discorso programmatico in Senato, tenuto questa mattina, il Presidente del Consiglio ha citato abbastanza esplicitamente "Mondo in Mi7a" di Adriano Celentano.

Ecco la frase pronunciata da Draghi:

Come ha detto papa Francesco: "Le tragedie naturali sono la risposta della terra al nostro maltrattamento. E io penso che se chiedessi al Signore che cosa pensa, non credo mi direbbe che è una cosa buona: siamo stati noi a rovinare l’opera del Signore".

Ecco invece la prima strofa della canzone (firmata da Luciano Beretta, Miki Del Prete, Mogol, Adriano Celentano e Detto Mariano):

Prendo il giornale e leggo che
Di giusti al mondo non ce n'è
Come mai, il mondo è così brutto!?
Sì! Siamo stati noi a rovinare
Questo capolavoro sospeso nel cielo
Nel cielo, nel cielo!

Magari non è stata una citazione consapevole o volontaria - certo è che la coincidenza è singolare, e la frase "Siamo stati noi a rovinare" è proprio la stessa.

Aspettiamo che intervenga Adriano Celentano...

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.