Rockol Awards 2021 - Vota!

José Feliciano: cinquant’anni di “Feliz Navidad”

Tempo di ricorrenze per uno dei brani natalizi più celebri di sempre che, in sole diciannove parole, ha lanciato un messaggio di positiva fratellanza lungo mezzo secolo .
José Feliciano: cinquant’anni di “Feliz Navidad”

Correva l’anno 1970 quando, in un’America divisa tra tensioni sociali e politiche non da ultimo amplificate dalla disastrosa guerra del Vietnam, un cantautore nato fuori dai confini del paese a stelle e strisce irrompeva con un pezzo augurante speranza e prosperità. Merito di José Feliciano che, emigrato ancora bambino con la famiglia da Portorico, a New York insieme al produttore Rick Jarrad aveva iniziato solo poco tempo addietro a conquistare il pubblico combinando l’espressività latino-americana di chitarre classiche e congas con la tradizione musicale anglosassone.

Pur avendo subito una clamorosa battuta d’arresto per un’inconsapevolmente rovinosa esecuzione dell’inno americano “The star-spangled banner”, prima ancora che Hendrix irrompesse a Woodstock con la sua lacerante rivisitazione niente affatto ortodossa, il musicista si ripropose di comune accordo con il suo fidato collaboratore di realizzare un brano portatore di un messaggio di pace e felicità per tutti. Un segnale di incoraggiamento pronto a unire in un linguaggio universale di positiva armonia un mondo sempre più in preda a divergenze e contrasti di ogni sorta.

Un messaggio di speranza in classifica

 Se i precedenti erano stati "White Christmas" di Irving Berlin e “Rockin’ around the Christmas tree” scritta da Johnny Marks e interpretata da Brenda Lee, con “Feliz Navidad”, la proposta natalizia di Feliciano ha lasciato parlare soprattutto i buoni sentimenti.

In appena diciannove parole, il suo augurio si compone così di leggerezza e ottimismo, con l’accompagnamento della fidata chitarra acustica e di un tradizionale cuatro portoricano a dieci corde. Tra lo spagnolo di “Feliz Navidad, próspero año y felicidad” e l’inglese di “I wanna wish you a merry Christmas from the bottom of my heart”, l’auspicio del 75enne compositore originario di Lares si è rivelato presto una delle canzoni più suonate, cantate, e talvolta pure abusate, di sempre, con una sequela infinita di incisioni che spaziano .dai Chicago a Michael Bublé, passando per artisti diversissimi tra loro come Celine Dion, Gwen Stefani, Boney M. e i nostri Laura Pausini e Al Bano & Romina Power.

Un successo di vendite, cover, passaggi radiofonici e presenze in hit parade fuori da ogni più rosea previsione, al punto che a cinque decenni dalla prima pubblicazione riesce ancora a farsi largo nella classifica Billboard Hot 100. Il brano infatti è ufficialmente riconosciuto dalla ASCAP - la principale organizzazione che negli USA si occupa della tutela del diritto d’autore - una delle venticinque canzoni di Natale più suonate al mondo, oltre ad occupare l'ottavo posto nell'elenco dei singoli festivi più venduti ed essere inserita, dal 2010, nella Grammy Hall Of Fame per il suo valore storico e qualitativo.

Più di una semplice filastrocca

 Fedele a quel vecchio spirito di unificazione, in occasione del cinquantenario di “Feliz Navidad” José Feliciano ha voluto celebrare la ricorrenza con una rinnovata versione inclusiva di stili e generi differenti per un inedito canto di fiducia nel futuro dopo gli sconvolgimenti arrivati in questo 2020. In compagnia, tra i tanti, di Shaggy, Michael Bolton, Gloria Gaynor, Jason Mraz, Sam Moore, Jon Secada e gli Styx, il pezzo abbraccia coralmente, oggi come in passato, quegli ideali di fratellanza che il suo autore ha voluto condividere in un clima che pure all’epoca appariva carico di incertezze.

Inoltre, per l’anniversario il progetto ha compreso anche un libro per bambini, intitolato anch’esso “Feliz Navidad”, una linea di orsacchiotti, un documentario, “Behind The Guitar”, e un concerto in diretta streaming andato in scena lo scorso 20 dicembre dalla casa di José in Connecticut.

Per nulla schiacciato dalla popolarità della sua stessa composizione, Feliciano continua a distanza di tanto tempo ad andarne particolarmente fiero, senza nascondere un certo moto di orgoglio.  "Penso che la ragione per cui “Feliz Navidad” ha fatto talmente bene è perché chiunque può fischiarne la melodia, e se è così orecchiabile può essere un successo e avere una lunga vita", ha infatti dichiarato via Twitter lo stesso artista in proposito, indicando come alla base di quella che potrebbe sembrare poco più di una innocua filastrocca, c’era una tecnica di incalzante ritmicità imparata in gioventù osservando i successi del cantante Perry Como. Non solo una canzoncina rapida e diretta, ma anche un punto di collegamento tra culture che ha permesso a “Feliz Navidad” di attraversare mezzo secolo conservando intatto il suo carattere di contagiosa allegria. Niente male per un cantautore che, seppure per poco, ha temuto un giudizio negativo per via di tanta, apparente, semplicità.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.