Franco Battiato a 45 giri: "La convenzione" / "Paranoia" (1972)

La storia dei 45 giri degli anni Sessanta e Settanta del musicista siciliano
Franco Battiato a 45 giri: "La convenzione" / "Paranoia" (1972)

1972 – LA CONVENZIONE / PARANOIA (Singolo, Bla...Bla)

Dopo avere dato alle stampe “Fetus”, il suo primo album, Battiato, insieme a Pino Massara e tutta la squadra della Bla.

Bla non si ferma certo a riposare sui buoni risultati ottenuti. Nella seconda metà del 1972 eccolo infatti alle prese con la lavorazione del nuovo LP di Franco (quello che diventerà “Pollution”). Prima che questo venga pubblicato esce un 45 giri con due brani inediti confezionati in una bella copertina apribile con motivi floreali, il volto di Battiato, i testi e lo spartito della canzone del lato A. Il singolo presenta alcune novità che poi caratterizzeranno il prossimo album: soprattutto l'entrata in scena del chitarrista Mario “Ellepi” Della Stella, del giovanissimo tastierista Roberto “Ruby” Cacciapaglia, e della sezione ritmica (già utilizzata in “Fetus”) formata da Gianni Mocchetti al basso e da Gianfranco D'Adda alla batteria. .


"La convenzione". Il brano piazzato sul lato A funge da preludio al nuovo concept in preparazione, e racconta di strani segnali ricevuti dallo spazio che gli umani si danno da fare per identificare e tradurre. Ciò rappresenta parte della trama di un libro pubblicato nel 1968 dallo scrittore di fantascienza polacco Stanislaw Lem: il libro si intitola "La voce del padrone". 
"La convenzione" narra inoltre della migrazione di parte della razza umana verso le stelle a causa del tasso troppo elevato di inquinamento raggiunto dalla Terra.

Un'altra parte di popolazione sceglierà invece di rimanere nel pianeta natio e cercherà rifugio sotto la superficie dei mari, tema che verrà sviluppato in “Pollution”. In brani futuri, come "No time, no space" e "Via Lattea", Battiato riprenderà il tema della fuga dell'uomo verso altri pianeti per salvarsi dalle catastrofi che egli stesso ha generato.
L'avvio della canzone vede in scena suoni di sirene e altri effetti elettronici generati dal sintetizzatore VCS3 accoppiato a un altro synth della stessa famiglia: l''EMS Synthi AKS. L'ingresso della batteria catapulta poi nel cuore del pezzo, con Mario Della Stella totalmente a suo agio nel fornire una base di chitarre psichedeliche e la voce urlata di Franco vicina a certo punk che verrà. 

 

"Paranoia". Cambio totale di atmosfere e tematiche con un brano tra i più bizzarri e psichedelici mai concepiti dal nostro.

Messo da parte il tema fantascientifico Battiato dà voce ai pensieri di una persona alterata da un stato psichico paranoide. La canzone, carica di ironia, prende vita grazie a un incedere lento e scombinato, screziato dagli effetti dei sintetizzatori, da un pianoforte dissonante e da chitarre sghembe. In questo tessuto sonoro Battiato si muove mellifluo e beffardo, con testi deliranti come “La birra gelata / ti fa molto male / perché non bevi / dell'acqua con me o Il formaggio / non lo sai tenere / te l'ho detto / mille volte”. Catartico poi il finale nel quale, su un tappeto di tastiere e chitarre in delirio, Franco urla “Romperemo l'asfalto con dei giardini colorati” fino a farsi sommergere dai suoni.  .
La convenzione e Paranoia riemergeranno a sorpresa durante il tour di "Gommalacca", nel 1999, con la seconda impreziosita da un'ancora più assurda declamazione da parte di di Manlio Sgalambro. Entrambi saranno poi pubblicati nell'antologia “La convenzione” (2002). 
Il singolo non fa registrare grandi movimenti nella scalata al successo di Franco, ma vede tra i suoi meriti il piazzamento di "Paranoia" in vetta alla "Schif parade", speciale classifica radiofonica redatta da Bice Valori e Luciano Salce che trasmetteva i brani più brutti del momento. 

Fabio Zuffanti

Il testo è tratto da "Franco Battiato: Tutti i dischi e tutte le canzoni, dal 1965 al 2019" di Fabio Zuffanti, pubblicato da Arcana, per gentile concessione dell'autore e dell'editore. (C) 2020 Lit edizioni s.a.s.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/w9TNnXw_9VohJJeUYDcafKmdslU=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/franco-battiato-libro-zuffanti.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.