John Lennon, quasi 40 anni dalla morte: la storia di "Imagine"

L'8 dicembre saranno quarant'anni dalla scomparsa dell'ex Beatles: lo ricordiamo con nove sue canzoni
John Lennon, quasi 40 anni dalla morte: la storia di "Imagine"

Oltre ad essere la sua canzone più nota (anche più di quelle scritte in seno ai Beatles e di qualsiasi altra pubblicata dai suoi colleghi come solisti), non c’è nessun’altra composizione che racchiude il significato più puro della poesia di John Lennon quanto "Imagine", un invito all’unità dei popoli, all’abbattimento di ogni barriera sociale, culturale, politica e religiosa per la realizzazione dell’utopia più grande: un mondo migliore.

Il Beatle si era già occupato di temi simili in brani come "Revolution", "Working Class Hero" e "Power To The People", e di lì a poco (siamo nel 1971) vi avrebbe dedicato un intero album, "Some Time In New York City"; tuttavia "Imagine" possiede una forza poetica che trascende il suo significato puramente politico e la rende più efficace di qualsiasi bed-in o presa di posizione. Come in tutte le sue migliori composizioni, John usa un linguaggio semplice ma suggestivo e si rivolge direttamente all’ascoltatore, stuzzicandolo (“è facile se ci provi”; “non è difficile”; “chissà se ci riesci”) e invitandolo a immaginare un mondo senza religioni, nazioni, guerre, fame, avidità. A questo scopo, non si affida alle ideologie (che aveva rinnegato l’anno prima in "God"), né impasta il suo discorso di demagogia e facile retorica (trappole in cui è caduto più volte nel corso della carriera): un mondo migliore è un obiettivo possibile, basta crederci. Soltanto quando tutti gli individui vorranno la stessa cosa, l’utopia sarà finalmente realizzabile e “il mondo sarà una sola cosa”.

L'8 dicembre, a 40 anni dalla morte di John Lennon, Rockol pubblicherà un ampio speciale a lui dedicato.

John Lennon, 40 anni dalla morte: leggi tutti gli articoli


"Imagine" dunque non è un proclama politico, né ha bisogno di slogan per trasmettere il proprio messaggio: facendo leva sulla umana capacità di ognuno di immaginare un futuro migliore, Lennon realizza in pieno la sua missione di poeta, spronando l’umanità intera alla presa di coscienza, alla partecipazione a un obiettivo comune, a prescindere da ogni tipo di credo.
La fortuna di questa canzone è stata immensa, e il suo messaggio universale di speranza, pace e fratellanza ha attraversato gli anni ed è andato oltre la vita del suo stesso autore, restando ancora attualissimo: oggi "Imagine" è l’inno ufficiale di Amnesty International, ed è stata interpretata da decine di artisti.

 .
Forse non tutti sanno che… non ci sarebbe stata nessuna "Imagine" senza Yoko Ono. Come ebbe a dire lo stesso Beatle nel 1980: “Avrebbe dovuto essere una canzone firmata Lennon-Ono, le parole e l’idea sono da attribuire a Yoko, ma a quei tempi ero un po’ egoista, un po’ maschilista e omisi di indicare la sua collaborazione”. A dire il vero, sul retro di copertina dell’omonimo lp si può leggere la citazione di una poesia della Ono del 1963, contenuta nel volume "Grapefruit": “Immagina che le nuvole cadano dal cielo / Scava una buca nel tuo giardino per raccoglierle”. Da questa frase, Lennon ha ricavato il significato profondo della sua canzone: l’immaginazione può tutto, e così anche un mondo migliore è possibile, se tutti gli individui riescono a “fare lo stesso sogno”.

Domani racconteremo la storia di "Nobody loves you"

Il testo sopra riportato è tratto da "John Lennon", pubblicato nella collana "La storia del rock - i protagonisti" curata da Ezio Guaitamacchi per Hoepli Editore, per gentile concessione del curatore e dell'editore.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/gJ9Qy-CFpq9wLcBU4qxOfuv0yMw=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/lennon-hoepli.jpg

 
Dall'archivio di Rockol - Le frasi memorabili di John Lennon
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.