Nick Cave e le critiche: 'Mi eccitano. E c'è anche chi mi minaccia di morte'

Non importa che tu sia Tommaso Paradiso o Nick Cave. Gli haters non guardano in faccia nessuno.
Nick Cave e le critiche: 'Mi eccitano. E c'è anche chi mi minaccia di morte'

Non importa che tu sia Tommaso Paradiso o Nick Cave. Gli haters non guardano in faccia nessuno. In un nuovo appuntamento con i fan per la serie "The Red Hand Files", la rubrica online che il cantautore ha lanciato ormai due anni fa per rispondere pubblicamente alle mail dei suoi seguaci (e non solo), il 63enne frontman dei Bad Seeds - compositore amato e stimato non solo dalle platee delle arene dei palasport, ma anche dai palati più esigenti - ha raccontato il suo rapporto con gli haters, come nel gergo della rete vengono definiti gli "odiatori".

"In questo periodo segnato dal cinismo e dalla crudeltà, ricevi ogni tanto qualche messaggio meschino o vile? Come affronti quel tipo di energia negativa?", ha chiesto una fan a Nick Cave. Nella sua lunga e articolata risposta, il cantautore ha scritto:

"Le lettere inviate a The Red Hand Files sono nella maggior parte dei casi belle, piene di amore e di gioia, ma ricevo anche messaggi scortesi. In generale, però, mi piacciono e mi eccitano. Non c'è niente di meglio di una bella minaccia di morte al mattino per farmi andare fuori di testa. Non stai facendo bene il tuo lavoro se di tanto in tanto non vieni attaccato".

Cave ha poi allargato il discorso e detto la sua sul delicato momento storico che l'intera umanità sta attraversando, con la pandemia da Covid-19 che ad oggi ha fatto registrare 44,6 milioni di casi totali in tutto il mondo e 1,18 milioni di decessi:

"Penso che stiamo vivendo un periodo spaventoso e segnato dall'incertezza. I social sono un folle motore di indignazione che incoraggia e amplifica le voci dei cinici e dei dementi, che non rappresentano però le voci dei molti. La mia esperienza con le persone 'reali' in questo momento è estremamente positiva: noto che c'è molto amore e stima tra le persone. Penso che la maggior parte di noi capisca che per superare questo momento particolare dobbiamo unirci e agire con civiltà, generosità e gentilezza. Abbiamo un compito colossale davanti che richiederà una vasta riserva di energia: dobbiamo risanare il mondo. E questo sentimento di solidarietà e di rispetto reciproco è essenziale".

Nella chiusa, Nick Cave ha citato il poeta britannico Wystan Hugh Auden e la sua "September 1, 1939", scritta in seguito allo scoppio della Seconda guerra mondiale: "We must love one another or die", "Dobbiamo amarci l'un l'altro o morire".

Dall'archivio di Rockol - Live @ Lucca Summer Festival
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
20 mag
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.