Tommy Lee (Motley Crue): "Bevevo otto litri di vodka al giorno"

Prima dell'uscita del nuovo disco è andato in rehab per "ripulirsi" dall'alcool
Tommy Lee (Motley Crue): "Bevevo otto litri di vodka al giorno"

Reduce da un periodo di "rehab", cioè di disintossicazione (dall'alcool, in quest'ultimo caso; ma non è la prima volta che il musicista deve darsi una ripulita. Un'abitudine familiare: due anni fa il batterista aveva fatto sapere di aver speso 130.000 dollari per il periodo in rehab trascorso dal figlio Brandon Lee, uno dei due avuti dall'ex moglie Pamela Anderson - l'altro si chiama Dylan Jagger), Tommy Lee ha raccontato la sua recente esperienza.


"Non mi sono reso conto che stavo esagerando fino a quando ho capito che dovevo per forza smettere. Mi stavo comportando da stupido, e lo facevo solo per noia" 


ha detto il cinquantottenne musicista.


"Mi svegliavo e per prima cosa mi preparavo un drink a base di vodka - appena spruzzata di succo di mirtillo o limonata. Sono arrivato a bere otto litri al giorno. E pensare che ero sobrio da quattro anni... ma mi sono reso conto che stavo proprio esagerando, e che potevo morirne".


E' stata la moglie di Tommy Lee, Brittany Furlan, sposata il giorno di San Valentino del 2019, a farlo ragionare.


"Mi ha detto: 'tesoro, penso di non aver mai visto nessuno bere così tanto. Mi fai paura'. Era davvero preoccupata, e la sua preoccupazione mi ha aiutato a prendere la decisione di uscirne. E sapete una cosa? Adesso sto bene, e non ho conseguenze collaterali causate dai miei recenti eccessi - né da quelli passati".


Tommy Lee è alla vigilia della pubblicazione del suo terzo disco da solista (dopo "Never a dull moment", 2002, e "Tommyland: the ride", 2005), che si intitolerà "Andro". Il disco, che dovrebbe uscire il 16 ottobre, vede il musicista collaborare con Lukas Rossi - per la cover di “When you were mine” di Prince -, Josh Todd dei Buckcherry, Brooke Candy e Mickey Avalon, e promette di spaziare fra hip-hop, funk, industrial, electro, e persino dream pop.
Il disco conterrà - oltre ai brani già anticipati prima dell'estate: “Knock me down”, realizzato con il rapper/producer Killvein e “Tops”, con la collaborazione della rapper Push Push, che potete vedere qui sotto nei video diretti da Fred Durst dei Limp Bizkit.

 .

anche una curiosità: un brano inititolato "Tommy Lee", originariamente pubblicato da Tyla Yaweh ft. Post Malone, che il protagonista (a sua insaputa) del pezzo ha voluto remixare suonandoci anche la batteria.

Tommy Lee sta anche lavorando, oltre che a una canzone natalizia, anche alla riorganizzazione di un tour dei Motley Crue con Poison, Def Leppard e Joan Jett & The Blackhearts negli stadi statunitensi, rinviato causa COVID.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.