Addio a Ronald 'Khalis' Bell, co-fondatore dei Kool & The Gang

Aveva 68 anni.
Addio a Ronald 'Khalis' Bell, co-fondatore dei Kool & The Gang

Ieri, 9 settembre, si è spento all’età di 68 anni Ronald “Khalis” Bell, co-fondatore del gruppo statunitense dei Kool & the Gang. La notizia è stata confermata dall’addetto stampa dell’etichetta discografica di Bell, Sujata Murthy, e, secondo quanto riportato dalla rivista americana Rolling Stone, l’artista è deceduto presso la propria abitazione nelle Isole Vergini statunitensi con la moglie Tia Sinclair al suo fianco. Le cause della morte non sono ancora state rese note.

Nato l’1 novembre 1951, Ronald “Khalis” Bell ha formato una band inizialmente chiamata Jazziacs con suo fratello Robert “Kool” Bell e gli almici Robert “Spike” Mickens, Dennis Thomas, Ricky Westfield, George Brown e Charles Smith. Successivamente la formazione fondata nel New Jersey ha cambiato il proprio nome in Kool & The Gang. Sebbene conosciuto specialmente a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta, con brani quali “Celebration” (1980) e “Get down on it” (1982) - che, tra le altre cose, portano anche la firma di Ronald “Khalis” Bell -, il gruppo ha pubblicato il proprio primo album eponimo nel 1970. L’ultimo lavoro discografico dato alle stampe dai Kool & The Gang è il disco natalizio “Kool for the Holidays” del 2013.

Caricamento video in corso Link

Tra le altre cose, la musica dei Kool & The Gang ha accompagnato diversi film famosi come - per esempio - “La febbre del sabato sera”, la cui colonna sonora include la canzone “Open Sesame”, e “Pulp Fiction”, con il commento sonoro caratterizzato - tra gli altri - dal brano “Jungle Boogie”.

Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.