Eric Burdon: "Trump ha fatto bene ad usare 'The House of the rising sun'"

Il cantante approva l'uso del brano reso famoso dai suoi Animals, ma non perché appoggia il presidente, anzi
Eric Burdon: "Trump ha fatto bene ad usare 'The House of the rising sun'"

"The house of the rising sun" è un classico: un brano tradizionale reso famoso dalla versione degli Animals del 1964, guidati da Eric Burdon. L'altro giorno è stata diffusa a tutto volume all'aeroporto internazionale di Wilmington a Wilmington, nella Carolina del Nord, mentre stava arrivando l'Air Force One, l'areo del Presidente Trump. In attesa c'erano centinaia di suoi sostenitori.

Siamo abituati alle reazioni dei cantanti quando Trump o i suoi sostenitori usano senza autorizzazione e fuori contesto una loro canzone. Neil Young, come noto, ha fatto causa al presidente. Per una volta, un artista ha fatto l'opposto: ha approvato la scelta perché adatta al contesto attuale.

Eric Burdon, mascherina nera con la scritta "vote", ha postato su Instagram questa frase: 

Anche se nessuno ha chiesto il mio permesso, non sono stato sorpreso di apprendere che Trump ha usato 'House of the Rising Sun' per il suo raduno l'altro giorno ... È storia di peccato e disperazione ambientata in un bordello.  Gli si addice perfettamente! Davvero appropriato per questo periodo della nostra storia. 

Nota fin dagli anni '20 anche come "Rising sun blues", la canzone è stata incisa da molti artisti (compreso Bob Dylan) ma la versione più nota è appuntto quella degli Animals, che la portarono al primo posto delle classifiche. Il protagonista racconta di come ha rovinato la popria vita in un bordello di New Orleans, e invita i giovani a non fare altrettanto.

Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.