Emma ha imparato da Calcutta l'arte del trollare: l'ascolto di 'Latina'

La cantautrice salentina torna con un nuovo singolo, che la vede collaborare per la prima volta con la star dell'ItPop. Spoiler: niente svolta reggaeton.
Emma ha imparato da Calcutta l'arte del trollare: l'ascolto di 'Latina'

"Latina" non è la città che ha dato i natali a Calcutta (maestro del trolling, come al solito: è quello che ha scritto una canzone sulla Tachipirina 500 che se ne prendi due diventa 1000, intitolandola "Paracetamolo"), ma un'atmosfera, una sensazione.

No, niente a che vedere con il latin-pop: non è la svolta reggaeton di Emma, che si mantiene distante da rulli, tamburi e danze kuduro, per citare il nostro. Le sonorità esotiche che vengono evocate da Dario Faini (un tempo si faceva chiamare così, poi sì è inventato lo pseudonimo di Dardust, ma ora vuole che lo si chiami DRD, anzi DRD aka Dardust) non strizzano l'occhio al mondo latinoamericano, ma sono più mediterranee. Anche se non manca il ritmo sincopato che caratterizza i pezzi reggaeton.

La cantautrice salentina - che qui però si limita solo a cantare un testo scritto a quattro mani da Calcutta e Davide Petrella, quest'ultimo meno noto del collega laziale ma non per questo meno valido: negli ultimi anni le sue canzoni sono state portate al successo da Cesare Cremonini, Fabri Fibra, Thegiornalisti, Gianna Nannini ed Elisa - con questo nuovo singolo riprende un po' il discorso lì dove lo aveva interrotto con "Stupida allegria", il successo del suo ultimo album "Fortuna" che portava la firma di un altro protagonista della nuova scena romana, Franco126, anche quello impregnato di sonorità tropicali tutto chitarrine e cavaquinho (uno strumento a corda originario del Portogallo). Avrebbe avuto tutte le carte in regola per correre per il titolo di tormentone dell'estate italiana 2020 - una gara particolarmente affollata, quest'anno -  invece al singolo spetta il compito di accompagnarci verso una stagione autunnale piena di incognite, e non manca di lasciar affiorare quella malinconia che accomuna tutte le canzoni che mettono in fila i ricordi di un'estate ormai finita (da "Il mare d'inverno" di Loredana Berté a "Fine dell'estate" dei Thegiornalisti).

"Ho passato un'altra estate a innamorarmi di te", canta Emma nella primissima strofa del testo, tutto costruito sull'identificazione tra una ragazza e una canzone. Lo si capisce meglio nel ritornello: "Per baciarti le labbra non mi basta la voce / ma ho bisogno che tu ti ricordi di me / che mi canti per strada e mi porti dove la paura non c'è / per baciarti le labbra / non ti basta chiamarmi per nome / tutta la vita o una notte per te sono solo una canzone". Funzionerà in radio.
Fun fact: in un passaggio del testo Calcutta non manca di autocitarsi (quell'"e adesso è buio pesto" rimanda inevitabilmente al "fuori è notte, mangio il buio col pesto" della sua "Pesto").

Per ora non sembra esserci un nuovo album. Ma da qui al prossimo maggio, quando Emma tornerà sui palchi per dare il via al tour di "Fortuna", previsto questo autunno e rimandato a causa della pandemia da Covid-19, di ulteriori novità potrebbero essercene parecchie.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.