Esplosione a Beirut (Libano), Mika: ‘È straziante’

Il cantante nato in Libano ha espresso il suo dolore per quanto accaduto a Beirut, dove un'esplosione ha causato, a oggi, oltre 100 morti e 4mila feriti.
Esplosione a Beirut (Libano), Mika: ‘È straziante’

È di oltre 100 morti e 4mila feriti, in questo momento, il bilancio dell’esplosione che ieri ha sconvolto la capitale libanese e che secondo quanto riferito dal presidente del Libano Michel Aoun sarebbe stata causata da un incendio nei pressi del porto di Beirut, in un deposito della struttura, dove si trovano diverse tonnellate di nitrato di ammonio sequestrate anni fa e conservate nel magazzino.

Su quanto accaduto è intervenuto, tra i tanti, anche Mika, che proprio a Beirut è nato, nell’agosto 1983, da madre libanese, ma venuta al mondo in America, e padre americano nato in Israele. “Sto guardando e leggendo con preoccupazione, tristezza e orrore gli eventi di Beirut. Ciò che è accaduto, la distruzione, i feriti e le vite perdute è straziante”, ha scritto sui suoi social la voce di “Grace Kelly”, al secolo .Michael Holbrook Penniman Jr.. Si legge ancora nel tweet del cantante: “Possiamo anche non sapere ancora come questo sia successo ma il danno e la sofferenza sono orribili”.

Come molti altri artisti, anche Mika si è visto costretto ad annullare, a causa della pandemia da Covid-19, le date del suo tour, cancellando i live che l’artista avrebbe dovuto portare in scena nella Penisola quest’estate, a Perugia, Taormina, Riola Sardo (OR) e Verona.

L’ultimo passaggio di Mika sui palchi italiani risale allo scorso inverno, quando il cantante si è esibito, in una prima tranche tra novembre e dicembre e in una seconda tranche nel mese di febbraio, alle nostre latitudini. Siamo andati a vederlo in occasione del set al Mediolanum Forum di Assago, Milano: il nostro racconto della serata lo trovate .qui. Il “Revelation Tour” era volto a promuovere la più recente fatica discografica di Mika, “My Name Is Michael Holbrook”, uscita lo scorso anno a circa quattro anni di distanza dall’album precedente, “No Place in Heaven”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.