Addio a Astrid Kirchherr: fotografò i Beatles ad Amburgo

Aveva 81 anni. I tributi di Ringo Starr, Pete Best e Olivia Harrison.
Addio a Astrid Kirchherr: fotografò i Beatles ad Amburgo

E' morta a 81 anni Astrid Kirchherr, nota per aver fotografato i Beatles ad Amburgo e per essere stata la fidanzata di Stuart Sutcliffe, bassista dei Beatles all'epoca. La notizia è stata annuncata su Twitter da Mark Lewisohn, storiografo dei Beatles. Ringo Starr l'ha ricordata con un post pubblicato su Instagram. E così hanno fatto anche Pete Bast, batterista dei Beatles ad Amburgo e la vedova di George Harrison, Olivia: 

La morte è avvenuta mercoledì scorso: ma solo ieri Pete Best, ancora ignaro, aveva pubblicato questo tweet di auguri di compeanno.

Nata da Amburgo il 20 maggio 1938, era una stuentessa di moda e design ma si era poi appassionata alla fotografia. Nel 1960 lei e i suoi compagni di corso Klaus Voormann (col quale era fidanzata) e Jurgen Vollmer entrarono nel Kaiserkeller Club, un locale della Reeperbahn, dove assistettero a un'esibizione di un complesso inglese chiamato Silver Beetles
"La mia vita cambiò nel giro di due minuti. Volevo solo stare con loro e conoscerli", ha raccontato poi Astrid. 
La frequentazione con i Silver Beetles (allora costituiti da John Lennon, Paul McCartney, George Harrison, Stuart Sutcliffe e Pete Best) portò presto a una relazione sentimentale fra Astrid e Stu.


Astrid propose al gruppo di fotografarlo, e la prima "session", per quanto informale, si tenne in una fiera di giostre di Amburgo, il Der Dom.
"Erano vestiti da teddy boys, con pantaloni molto stretti, scarpe appuntite e giubbottini di pelle, Avevano i capelli pettinati all'indietro con la brillantina, e le basette", è la descrizione che ne ha dato la Kirchherr (la fotografia che illustra questa notizia è contenuta nel libro "With the Beatles", Damiani Editore, Bologna).
Fu lei a suggerire ai Beatles di cambiare acconciatura, a imitazione di quella in uso presso i suoi amici "exis" ("esistenzialisti") di Amburgo. Il primo ad accettare fu ovviamente Stuart, seguito da George e più tardi da John e Paul.
I capelli a caschetto diventarono essenziali nell'immagine dei Beatles nella prima metà degli anni Sessanta.
Quando i Beatles tornarono a Liverpool, nel dicembre del 1960, Stuart non li seguì e rimase in Germania con Astrid. Nell'aprile del 1962 Sutcliffe morì a causa di un'emorragia cerebrale.
Astrid fotografò i Beatles anche in seguito, in particolare sul set del film "A hard day's night"; è stata anche l'autrice della foto di copertina di Harrison sull'album "Wonderwall". 
Le sue fotografie sono state esposte a Amburgo, Liverpool, Londra, New York, Washington, Tokio, Vienna, e in Italia a Bologna e La Spezia.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.