Chi è Cara, la cantante che duetta con Fedez in 'Le feste di Pablo'. Video

Dai primi concorsi all'incontro con l'ex giudice di "X Factor", fino al successo del loro duetto.

Chi è Cara? Sono in molti a domandarselo e a cercare sui motori di ricerca in questi giorni il nome della cantante che duetta con Fedez in "Le feste di Pablo", mentre il singolo scala le classifiche e macina streams sulle principali piattaforme di streaming. Una canzone con una produzione a metà tra urban e pop elettronico, interpretata dalla cantante un po' cantando e un po' rappando, con un ritornello che cita nel testo John Lennon e Yoko Ono: "Non credo all'anima gemella però / per tutto il tempo che ho / farò peace and love / come Yoko e John", canta Cara, prima dell'intervento di Fedez.

Una prima versione di "Le feste di Pablo", interpretata però dalla sola Cara, era uscita già a metà marzo.

Il brano, firmato dalla cantante insieme a Dargen D'Amico, a Paolo Antonacci (figlio di Biagio) e a Davide Simonetta (quest'ultimo impegnato anche nei panni di produttore, insieme a Sixpm, ossia l'ex 2nd Roof Andrea Ferrara), aveva in realtà già catturato l'attenzione di Fedez, che aveva conosciuto Cara qualche mese fa in studio di registrazione e le aveva proposto di collaborare: "Prima che tutto questo iniziasse mi sono preso una lunga pausa dalla musica per dedicarmi alla mia famiglia, lavorare su me stesso e cercare di scartavetrare i miei spigoli - ha raccontato - sono andato a lavorare in un piccolo studio casalingo alla periferia di Crema, in questi mesi sono tornato a fare musica come quando avevo diciott'anni, senza pensare troppo alle conseguenze strategiche. In studio ho incrociato una giovane emergente che stava registrando una sua canzone: 'Ti spiace se provo a scriverci una strofa?'". .

Complice il duetto con Fedez, il nome di Cara - vero nome Anna Cacopardo - ha iniziato a circolare tra i seguaci del pop italiano. "Un naturale confronto di musica e di vita, in uno studio vicino a Crema, la mia città", racconta la cantante, vent'anni, che da bambina coltiva la passione per la musica, "uno scambio che mi ha lasciato tracce importanti, umanamente e musicalmente, lasciandone in seguito, come una conseguenza istintiva, anche all'interno delle feste di Pablo. In questo momento così delicato per chiunque è stato molto importante per me poter avere una connessione di questo tipo attraverso un brano a cui tengo così tanto".
Appassionata tanto di cantautorato italiano (è cresciuta ascoltando artisti come Lucio Dalla e Fabrizio De André) quanto di pop internazionale (tra i suoi ascolti rientrano anche Michael Jackson, Jessie Reyez e Twenty One Pilots), Cara ha partecipato nel 2017 al Tour Music Fest di Mogol, arrivando in semifinale a Roma. Nello stesso anno ha partecipato al concorso di Area Sanremo, arrivando in finale. Pochi mesi dopo, la firma per un'etichetta discografica, Polydor, parte del gruppo Universal, e l'esordio ufficiale con il singolo "Mi serve" (poi remixato con la partecipazione di Samuel Heron). Ora si aspetta l'album d'esordio.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.