Frank Beard (ZZ Top) e la differenza tra lui ed Eric Clapton

Il batterista della band texana ricorda cosa accadeva negli anni Settanta e di come ha speso un sacco di soldi.
Frank Beard (ZZ Top) e la differenza tra lui ed Eric Clapton

Il batterista dei ZZ Top Frank Beard ha ricordato - nel documentario 'ZZ Top: That Little Ol 'Band From Texas' - come spese il suo primo stipendio di un certo peso, che ammontava a 72.000 dollari. Ha detto inoltre che gli è piaciuta l'esperienza di indulgere nell'LSD e nell'eroina dopo aver raggiunto il successo nel 1977, anche se ha ammesso che ebbe un impatto devastante sulla sua vita e che lo ha mandato in riabilitazione nei primi anni '80.

Dichiara, a proposito del suo primo contratto di una certa entità:

“L'ho speso in droga, tutto. Non ho mai avuto abbastanza soldi per diventare un vero tossicodipendente fino a quando, nel '77, lo sono diventato. La prima volta che ho fatto uso di droghe, mi sono iniettato dell'LSD. E mi è piaciuto. Stavo cercando Dio e tutto il resto. Sono diventato davvero un cercatore della verità.”

Continua dicendo:

“La cosa delle pillole nacque dal carico di lavoro. E l'eroina è arrivata perché mi è piaciuta. Voglio dire, ti sei mai fatto di eroina? È grande. È una fottuta vacanza per la mente e mi è piaciuta. Mi è piaciuta molto.”

Parlando invece dei problemi di dipendenza di Eric Clapton nei primi anni Settanta, Beard sottolinea che il chitarrista "sniffava eroina, che è così fottutamente poco conveniente (…) devi farti cinque volte tanto per ottenere lo stesso sballo. Ma faceva più soldi."

Beard ha detto che avere speso tutti quei soldi ora era "un rimpianto" e ha riflettuto che le perdite hanno incluso la sua prima batteria, venduta per acquistare droga, ed anche la perdita delle relazioni.

Ricorda ancora:

“In fondo alla mia mente sapevo che dovevo dare dei calci all'eroina, dovevo smettere di farmi di cocaina. Mi ero fatto di tutto e non potevo andare oltre. Così dissi al (al manager della band Bill) Ham, 'entro in un programma di 30 giorni'. Lui disse, 'Va bene, prenditi tutto il tempo che ti serve'. Quindi sono entrato in un programma in 12 fasi. Volevo solo ripulirmi. Volevo essere come le persone che ammiravo che potevano sedersi in casa, guardare la TV e andare a letto, e (a loro) andava bene.”

Il compagno di band, il bassista Dusty Hill, aggiunge:

“Frank fa di tutto e questo include le cose sbagliate. Lui era malato. Se sei un buon amico, ami un ragazzo, non vuoi vederlo morire. Vuoi vedere tuo fratello guarire.”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.