Yngwie Malmsteen ferma il concerto e se la prende con il tecnico delle luci - VIDEO

Il virtuoso svedese della chitarra ha un carattere non facile...o forse è solo troppo meticoloso.

Yngwie Malmsteen ferma il concerto e se la prende con il tecnico delle luci - VIDEO

Il chitarrista svedese Yngwie Malmsteen ha fama di avere un carattere per nulla conciliante. Lui dice che è solo molto meticoloso nel suo lavoro. Comunque sia, lo scorso 28 febbraio all'Escena di Monterey (Messico) ha interrotto uno dei suoi assoli alla chitarra per riprendere il tecnico delle luci. Come potete vedere più sotto.

Caricamento video in corso Link
Queste le parole proferite da Yngwie:

“Ok. Grazie. Ragazzi vi amo. Mr. Lighting Guy, Mr. Lighting Guy, smettila di cazzeggiare con le luci e tienile sulla mia chitarra. Sto provando a suonare per la gente. Per favore. Grazie.”

A proposito della sua reputazione di maniaco egocentrico, la scorsa estate, Yngwie ha negato fermamente la cosa in una intervista rilasciata a Music Radar:

“Girano idee sbagliate su di me. Penso che alcune persone fraintendano quello che faccio; credono che io sia un egocentrico. La verità è che sono una persona molto attenta. Il mio modo di creare è diverso dai musicisti rock 'n' roll. Io non ho una band, io non sono in una band. Io mi vedo più come un pittore che si chiude in una stanza e dipinge. Faccio il primo piano, faccio lo sfondo. La cornice. Poi lo porto fuori e dico, 'Ecco il mio quadro'. Non lascio che qualcun altro gli metta il suo pennello vicino. La gente potrebbe pensare che sia egocentrismo. No, è la cosa di un artista, io sono un creatore.”

Nel 2003, a prendere le difese di Malmsteen, fu il chitarrista Steve Vai parlando con il giornale canadese Georgia Straight:

“Conosco Yngwie da quando è venuto in America e penso che le persone siano intimidite dalla sua sicurezza. Ha così fiducia in ciò che fa che, forse, a volte, può apparire arrogante.”

Yngwie parlando con la rivista greca Rock Hard ha spiegato perché non ha più avuto un cantante dopo l'uscita del suo album "Relentless", nel 2010. Yngwie disse che preferisce cantare lui stesso perché i precedenti "cantanti avevano sempre causato problemi, si sono sempre comportati come se fossero speciali e avessero qualcosa di diverso da dire. (...) I cantanti pensano sempre che loro siano migliori del tastierista o del batterista".

Tre anni fa, Jeff Scott Soto, che ha cantato nei primi due album di Yngwie, "Rising Force" del 1984 e "Marching Out" del 1985, ebbe uno scambio di idee piuttosto acceso con il chitarrista svedese, poiché Malmsteen disse, in un'intervista, che "aveva scritto sempre tutto", compresi i testi e le melodie, e che assunse i vari cantanti solo per fargli cantare le sue canzoni. Joe Lynn Turner, un altro cantante che ha lavorato con Malmsteen, commentò le sue dichiarazioni come, "il rantolo di un megalomane che cerca disperatamente di giustificare la propria insicurezza".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.