Addio a Buzzy Linhart: aveva 76 anni

Gli ultimi decenni della vita del cantautore statunitense, attivo nella scena folk del Greenwich Village, non sono stati per nulla semplici.

Addio a Buzzy Linhart: aveva 76 anni

È venuto a mancare lo scorso 13 febbraio - ma la notizia è stata diramata tra ieri e oggi dalle principali testate statunitensi, su tutte il New York Times - Buzzy Linhart, attivo nella scena folk del Greenwich Village tra gli anni Sessanta e Settanta. L’artista, che aveva 76 anni, è morto a Berkeley, in California, dopo che le sue condizioni di salute avevano iniziato a peggiorare da quando Linhart nel 2018 aveva avuto un infarto.

Cresciuto a Cleveland, ma nato a Pittsburgh, ancora adolescente Linhart già suonava diversi strumenti musicali e una volta trasferitosi a New York insieme al cantautore Fred Neil si è inserito nella frizzante scena folk del quartiere newyorkese del Greenwich Village, lo stesso che ha accolto artisti come Joan Baez, Jimi Hendrix, Joni Mitchell, Laura Nyro, i Velvet Underground e molti altri. Oltre a lavorare come cantautore e come turnista – negli album, ad esempio, di Hendrix, John Sebastian, LaBelle -, Buzzy Linhart è stato anche autore, scrivendo tra le altre cose, insieme a Moogy Klingman, uno dei brani più amati di Bette Midler, “(You Got to Have) Friends”.

Caricamento video in corso Link

Gli anni più recenti sono stati meno felici per il cantautore statunitense, che dopo essersi spostato a Los Angeles ed essersi occupato della direzione musicale della commedia “The Groove Tube” si è ritrovato per quasi un decennio, negli anni Ottanta, senza un tetto. Circa negli stessi anni a Linhart è stato diagnosticato il disturbo da stress post-traumatico (PTSD). Tornato poi sulle scene negli anni Novante il cantautore ha proseguito la sua attività fino al 2018.

Music Biz Cafe Summer: radio e TV verso il futuro
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.