Le prime 10 canzoni italiane da classifica: “E poi” di Mina

Vi presentiamo, dalla numero 10 alla numero 1, le 10 canzoni italiane più presenti nelle classifiche di vendita italiane tra il 1959 e il 2019. Nella graduatoria generale, al numero 7 c’è “E poi” di Mina (1973).
Le prime 10 canzoni italiane da classifica: “E poi” di Mina

Il testo che segue è tratto dal libro "Mezzo secolo di ritornelli" di Stefano Cilio.

La canzone è uno dei più grandi successi di Mina ed è stata pubblicata alla fine del 1973, per esplodere nel 1974 fino a essere il secondo disco più venduto dell’anno dietro a “E tu” di Claudio Baglioni. Il testo del brano è stato composto da Andrea Lo Vecchio e Shel Shapiro dei Rokes.

E poi fa parte dell’album FRUTTA E VERDURA, curiosamente pubblicato inizialmente in coppia con l’altro album AMANTI DI VALORE e solo in seguito diviso e venduto singolarmente: la prima edizione infatti era composta da una sovracopertina che si apriva a poster e conteneva i due dischi, a loro volta inseriti nella propria copertina originale.

La canzone ha una struttura particolare, che le valse l’etichetta di improponibile da parte dei discografici: l’ossatura è infatti composta da due strofe molto lunghe che si susseguono, interrotte da un debole ritornello che non è centrale e ha solo la funzione di chiuderle. Secondo i produttori la canzone non aveva appeal per il pubblico, ma Mina decise di pubblicarla comunque e il risultato fu ottimo in termini di vendite.

Il tema di “E poi” è la fine di una relazione e la decisione della cantante di non ricominciarla, nonostante l’impegno di cambiare da parte dell’uomo da lei tradito: secondo Mina non ha senso provare a “tornare insieme”, dal momento che le promesse ricevute sono “sempre le stesse”.

Le atmosfere di “E poi” sono blues e l’arrangiamento è a cura dell’inseparabile Pino Presti, che curava da diverso tempo le sue produzioni con ottimi risultati in termini sia di qualità che di riscontri: l’assenza della centralità del ritornello tipica della struttura pop classica viene infatti assorbita dal magistrale arrangiamento.

La longevità della canzone è testimoniata dal fatto che nel marzo 1974 fosse ancora molto in alto in classifica, quando Mina la eseguì dal vivo durante la prima serata di “Milleluci”, varietà del sabato sera condotto assieme a Raffaella Carrà; la sua discesa nelle vendite comincerà proprio in contemporanea con il lancio della trasmissione, quando la sigla di chiusura “Non gioco piu”̀ fu incisa e pubblicata, sostituendosi a “E poi” per questioni, per così dire, anagrafiche.

Esistono diverse versioni tradotte per il mercato estero, tra cui “Runaway” in lingua inglese e “Et puis ca sert a quoi” in lingua francese, ma il successo non fu quello sperato; per la versione inglese Mina girò anche un video a colori in smoking, che verrà rispolverato solo diversi anni dopo.

Caricamento video in corso Link

Domani scriveremo di “E tu” di Claudio Baglioni

Abbiamo pubblicato:

Numero 10: "Sabato pomeriggio" di Claudio Baglioni

Numero 9: "Il cielo in una stanza" di Mina

Numero 8: "Una donna per amico" di Lucio Battisti

Questa scheda è tratta da “Mezzo secolo di ritornelli – Le canzoni più presenti nelle classifiche di vendita italiane”, di Stefano Cilio, Arcana Edizioni, per gentile concessione dell’editore.(C) Lit edizioni di Pietro D'Amore s.a.s.

Nota: l’autore del libro ha deciso di inserire in un sistema tutte le classifiche settimanali di vendita dei dischi in Italia uscite in sessant’anni, scegliendo solo le prime dieci posizioni per un criterio di omogeneità.

Una volta raccolti tutti i dati, per ciascuna delle 3.131 classifiche settimanali è stato assegnato dalla prima alla decima posizione un punteggio decrescente (ponderato sulla base della media delle vendite nel nostro paese). Ciascuna canzone entrata anche solo per una settimana al numero dieci ha così ottenuto un punteggio relativo alla propria presenza, e una volta stabilita la graduatoria complessiva dei 4.134 brani considerati, di cui 757 sono arrivati al numero uno, le canzoni con il punteggio totale più alto sono andate a formare una sorta di classifica delle classifiche.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/wFOkz4AamcZWPoOKyl0Gv0ypqcs=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/unnamed.2020-02-19-09-58-11.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.