Sanremo 2020: il complicatissimo meccanismo di votazione serata per serata, spiegato da Eddy Anselmi

Una premessa: se la matematica non sarà mai il vostro mestiere, come cantava qualcuno, rinunciate subito a tentare di capire il regolamento.
Sanremo 2020: il complicatissimo meccanismo di votazione serata per serata, spiegato da Eddy Anselmi

Come funziona il meccanismo di votazione del Festival di Sanremo 2020, per la gara dei "big"? Il sistema sembra essere più intricato rispetto a quello delle precedenti edizioni. Perché se è vero che a differenza degli ultimi anni le varie giurie non votano collettivamente nel corso delle varie serate (le esibizioni dei cantanti sono votate ogni sera da una giuria diversa), il regolamento non è così chiaro sul peso che avranno i voti delle singole serate sul risultato finale. Abbiamo chiesto a Eddy Anselmi, storico del Festival, esperto del regolamento (la sua presenza in sala stampa è ogni anno una garanzia di affidabilità sulle statistiche e sull'interpretazione delle percentuali dei voti) e autore del libro "Il festival di Sanremo: 70 anni di storie, canzoni, cantanti e serate", almanacco sulla storia della manifestazione, appena uscito in libreria.

Quest'anno hanno voce in capitolo quattro diverse giurie: la giuria demoscopica (composta da 300 persone scelte tra chi va ad almeno tre concerti all'anno, acquista regolarmente dischi e ha sottoscritto un abbonamento premium con una piattaforma streaming), l'orchestra, i giornalisti della sala stampa e il televoto. Ma come è articolato il voto nel corso delle varie serate? E che peso hanno i risultati delle votazioni delle singole serate sulla classifica della quinta serata, quella che determinerà poi i nomi dei tre "big" che si sfideranno nella finalissima?

Nel corso della prima serata, quella di ieri, martedì 4 febbraio, si sono esibiti 12 dei 24 big in gara: Irene Grandi, Marco Masini, Rita Pavone, Achille Lauro, Diodato, Le Vibrazioni, Anastasio, Elodie, Bugo e Morgan, Alberto Urso, Riki e Raphael Gualazzi. Le loro esibizioni sono state votate solamente dalla giuria demoscopica e alla fine della serata è stata mostrata la classifica: prime Le Vibrazioni con "Dov'è", ultimo Bugo e Morgan con "Sincero". Stasera si esibiranno gli altri 12 big: Giordana Angi, Francesco Gabbani, Paolo Jannacci, Junior Cally, Elettra Lamborghini, Levante, Enrico Nigiotti, Piero Pelù, Pinguini Tattici Nucleari, Rancore, Tosca e Michele Zarrillo. Anche stasera le esibizioni saranno votate solamente dalla giuria demoscopica e al termine della serata verrà mostrata la classifica completa delle prime due serate.

La terza serata, quella di giovedì 6 febbraio, sarà quella delle cover: i 24 big in gara faranno ascoltare le loro versioni di canzoni che hanno fatto la storia del Festival di Sanremo, giunto quest'anno alla sua 70esima edizione. Le esibizioni saranno votate solamente dai componenti dell'orchestra e anche in questo caso a fine serata sarà mostrata la classifica, relativa però solo ai risultati dei voti dell'orchestra.

Tutti e 24 i big in gara si esibiranno anche nel corso della quarta serata, stavolta cantando le loro canzoni. Stavolta le esibizioni saranno votate dai giornalisti della sala stampa: a differenza degli altri anni, a votare non saranno i singoli inviati delle varie testate ma l'intera testata, che avrà a disposizione solamente un voto. La classifica di fine puntata svelerà come avranno votato i giornalisti, dal primo all'ultimo posto.

La quinta serata sarà l'unica in cui le varie giurie voteranno collettivamente: voteranno di nuovo la demoscopica e la sala stampa e voterà per la prima volta in questa edizione anche il pubblico da casa attraverso il televoto (non voterà invece l'orchestra). Sarà dunque mostrata la classifica definitiva dalla ventiquattresima alla quarta posizione, stilata assemblando tra loro i risultati delle votazioni delle singole serate: la votazione della demoscopica delle prime due serate avrà un peso del 25% su questa classifica, quella dell'orchestra della terza serata avrà un peso del 25% e quella della sala stampa della quarta serata avrà un peso del 25%. L'ultimo quarto sarà dato dalla votazione della quinta serata, che però assembla tra loro tre diverse votazioni, una nuova votazione della demoscopica, una nuova votazione della sala stampa e una votazione del pubblico da casa tramite il televoto, con un peso del 33%, del 33% e del 34% sul 25% totale della serata. Rapportati alle cinque serate, i tre voti singoli avranno ciascuno un peso dell'8,33% circa.

Alla fine dei giochi, sulla classifica finale il voto della demoscopica avrà un peso del 33,3% (25% delle prime due serate e 8,33% della quinta serata), quello dell'orchestra avrà un peso del 25% (che è quello della terza serata), quello della sala stampa avrà un peso del 33,3% (25% delle prime due serate e 8,33% della quinta serata) quello del televoto avrà un peso dell'8,33% circa (quello della quinta serata). Questo per quanto riguarda le posizioni dalla 24 alla 4. I tre che avranno ottenuto il punteggio più alto accederanno alla finalissima a tre. I voti delle precedenti serate verranno azzerati e le giurie saranno chiamate di nuovo ad esprimersi: a decretare il vincitore del Festival di Sanremo 2020 saranno la giuria demoscopica, i giornalisti della sala stampa e il pubblico da casa attraverso il televoto, con un peso rispettivamente del 33%, del 33% e del 34% sul risultato finale.

La nostra recensione del libro di Eddy Anselmi "Il festival di Sanremo: 70 anni di store, canzoni, cantanti e serate" è qui.

di Mattia Marzi

Dall'archivio di Rockol - Tutti i vincitori del Festival di Sanremo dal 1961 al 1970
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.