‘Jova Beach Party’ a Linate: il racconto della giornata e del concerto

Ieri, 21 settembre, si è conclusa sul prato dell'aeroporto milanese la festa itinerante di Jovanotti che ha animato le spiagge d’Italia durante l’estate: cronaca di una giornata di fine estate, senza il mare e con la musica

‘Jova Beach Party’ a Linate: il racconto della giornata e del concerto

Con l’autunno ormai alle porte il Jova Beach Party è giunto a conclusione e ieri, 21 settembre, è arrivato all’aeroporto di Linate (Milano) per l’ultima tappa del festival/concerto itinerante che Lorenzo Cherubini ha portato sulle spiagge italiane per tutta l’estate.

Il prato tra la torre di controllo e la pista di decollo dello scalo meneghino - chiuso fino al prossimo 27 ottobre per lavori di manutenzione - si sono trasformati per la festa di Jovanotti in un villaggio dove i 100 mila partecipanti attesi hanno ballato e cantato per tutta la giornata, cominciata alle 15. Come se l’area fosse un parco dei divertimenti, si è potuto anche partecipare a gare di ballo, farsi un tatuaggio temporaneo - alcune delle attività "collaterali" proposte.

A differenza delle altre tappe del tour estivo del cantautore, a Milano non c’è la spiaggia, non c’è la sabbia e non c’è il mare - ha fatto sorridere sentire dagli altoparlanti una voce registrata che durante la giornata, tra i tanti consigli di sicurezza al pubblico, ha ricordato di non fare il bagno dopo aver mangiato. Ma, come ha detto lo stesso cantautore al pubblico milanese, “il mare lo portiamo dentro”. Il caldo di una giornata di sole, l’atmosfera creatasi tra la “tribù” dei fan del Jova, la musica sul main stage e sui due palchi minori, i tanti ospiti che hanno animato l’evento, il matrimonio in presenza di Jovanotti e gli allestimenti scenografici hanno dato vita a un festival all’aeroporto di Linate. 

Ad aprire la tappa di Milano, poco prima delle tre di pomeriggio, è stato lo stesso Lorenzo che - in un abbigliamento un po’ da hippie e un po’ da pirata - è salito sul palco principale intonando lo slogan dell’evento meneghino: ha dato il via alle danze con un “Si vola!”. La giornata è cominciata con il dj set di Albert Marzinotto sullo Sbam stage per poi continuare con Rkomi, tutti gli altri ospiti e  con Jovanotti che già nel pomeriggio si è esibito in più occasioni.
Lorenzo si è unito a Paolo Baldini DubFile, già nella formazione degli Africa Unite, per cantare due brani. Ha poi duettato insieme agli Ex-Otago sul palco Kontiki e con i Cacao Mental, per poi raggiungere sul main stage Bombino, Flavia Coelho, Takagi & Ketra, Fatoumata Diawara e Benny Benassi. È proprio quest’ultimo a passare il testimone a Jova che, quando ormai è calata la sera, verso le 20.30 ha aperto il suo concerto con il brano “Il più grande spettacolo dopo il big bang”. Il pubblico milanese si è fatto coinvolgere fin da subito dall’energia di Lorenzo, vestito con completo colorato e luccicante e accompagnato dai  suoi musicisti: Saturnino, Riccardo Onori, Christian “Noochie” Rigano, Gianluca Petrella, Franco Santernecchi e Leo di Angilla.
Con un microfono ad archetto fissato all’orecchio il cantautore ha cantato, suonato e ballato correndo da una parte all’altra del palco, oltre a passare  in consolle per DJ set. Si sono ascoltati i suoi primi Jovanotti come “Ciao mamma” o le sue canzoni più recenti come “Nuova era”, ma anche la musica, per esempio, dei Daft Punk, di Bob Marley o dei Green Day.

Dopo l’esecuzione di “Chiaro di luna” Jova ha invitato sul palco il primo ospite della serata e con Tommaso Paradiso (alla sua prima esibizione pubblica dopo l’addio ai Thegiornalisti): ha presentato  “Felicità puttana” e “La luna e la gatta” con Takagi & Ketra.
Il concerto è continuato poi con l'entrata  in scena da Salmo che ha preso posto alla batteria: assieme ad alcuni componenti del Rockin’ 1000, si è esibito in “L’ombelico del mondo”. Insieme al rapper di Olbia il cantautore romano di origini toscane ha eseguito “90MIN”, “Ho paura di uscire” e “Fame”.
La serata è quasi giunta alla conclusione quando, grazie a un collegamento “interspaziale” con la stazione internazionale Iss, Jovanotti ha duettato insieme al comandante Luca Parmitano nella canzone "Non m’annoio”.
Dopo brani più ritmati e vivaci come “L’estate addosso”, “Ti porto via con me” e “Ragazzo fortunato”, la fine del concerto di Lorenzo, che dedica l’ultimo brano in scaletta, “Fango”, al pubblico ringraziandolo “Per avermi dato la possibilità di vivere la musica in questo modo”. Si chiude così, davanti a un mare di persone, il tour del Jova Beach Party.

(Elena Palmieri)

Scaletta
"Il più grande spettacolo dopo il big bang"
"Ciao mamma"
"Estate"
"Gli immortali"
"Nuova era"
"Tutto l'amore che ho"
"Un raggio di sole"
"Musica"
"Coraggio"
"La notte dei desideri"
"Sabato"
"Chiaro di luna"
"Felicità puttana" (con Tommaso Paradiso e Dardust)
"La luna e la gatta" (con Tommaso Paradiso, Takagi & Ketra)
"Bella"
"L'ombelico del mondo" (con Salmo alla batteria e i componenti di Rockin' 1000 alle percussioni)
"90MIN" (di e con Salmo)
"Ho paura di uscire" (di e con Salmo)
"Fame" (con Salmo)
"Non m'annoio" (con Luca Parmitano in collegamento) 
"Prima che diventi giorno"
"L'estate addosso"
"Ti porto via con me"
"Ragazzo fortunato"
"Fango"

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.