NEWS   |   Pop/Rock / 30/04/2019

Paul Stanley critica l'atteggiamento di Peter Criss verso la vita

Il chitarrista dei Kiss nel suo nuovo libro autobiografico, "Backstage Pass", è molto critico nei confronti dell'ex batterista della band statunitense.

Paul Stanley critica l'atteggiamento di Peter Criss verso la vita

Il chitarrista dei Kiss Paul Stanley dopo avere pubblicato il ‘memoir’ ‘Face the Music’ nel 2014, bissa l’impresa editoriale con il nuovo libro ‘Backstage Pass’. In questo volume riporta, tra le altre cose, anche quali siano le sue relazioni al giorno d’oggi con gli ex compagni di band, Ace Frehley e Peter Criss.

Ma, se di Frehley scrive che è bello averlo "di nuovo in misura maggiore nella mia vita", di tutt’altro tenore sono le parole spese per Criss, che, a parere di Stanley, ha un atteggiamento del tutto sbagliato che gli impedisce di godersi la vita.

Dice del batterista:

“Peter purtroppo è una storia diversa. Non credo che Peter abbia un qualche tipo di vita. Sembra consumato da una specie di realtà che gli suggerisce la moglie. È sempre stato negativo e ha sempre avuto una mentalità del noi contro di loro. Io non la voglio nella mia vita”.

E continua ancora:

“Non è sull’avere delle differenze, perché sono sicuro che io e Ace abbiamo delle differenze. È il senso generale di rabbia e di risentimento che ha Peter e il sentirsi una vittima. Deve riconoscere la sua partecipazione e poi cambiare le cose. Penso che la vita di Peter sia probabilmente molto monodimensionale, poco interessante, non stimolante. Il che è il risultato del vedere il mondo negativamente e vedere tutti, dai membri della band, alle persone del servizio alberghiero come irrispettosi”.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi