Maroon 5, trovata la loro 'spalla' per il Super Bowl 2019?

Maroon 5, trovata la loro 'spalla' per il Super Bowl 2019?

I Maroon 5 sembrano aver trovato la loro "spalla" per l'esibizione al Super Bowl 2019. Non è stato semplice: molti artisti di primo piano, come già riportato da Rockol, hanno deciso di rifiutare l'ingaggio della National Football League. Il motivo? Un modo per esprimere solidarietà a Colin Kaepernick, giocatore di football solito inchinarsi in ginocchio durante l'esecuzione dell'inno nazionale statunitense in segno di protesta contro le discriminazioni nei confronti della comunità afroamericana.

Ad accettare di fare da spalla a Adam Levine e compagni, il rapper Travis Scott. È quanto riferisce il solitamente beninformato sito statunitense di gossip e intrattenimento TMZ. Sempre stando a quanto riporta il sito, la NFL avrebbe comunque deciso di tenere aperte le trattative con altri ospiti musicali come Cardi B e Big Boi.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.