Battaglia legale per 'Blurred Lines': Thicke e Pharrell condannati a pagare 5 milioni di dollari

Battaglia legale per 'Blurred Lines': Thicke e Pharrell condannati a pagare 5 milioni di dollari

Il giudice federale californiano John A. Kronstadt ha condannato Robin Thicke e Pharrell Williams a pagare un totale di cinque milioni di dollari alla famiglia di Marvin Gaye dopo che la corte d'appello californiana aveva ribadito, in secondo grado, la sentenza di plagio da parte delle due popstar ai danni della leggenda della Motown per "Blurred Lines", realizzata plagiando il classico del soul man del '77 "Got to Give It Up".

Nello specifico - riferisce l'edizione americana di Billboard - i due artisti e la More Water From Nazareth Publishing Inc., società di edizioni controllata da Williams , dovranno versare congiuntamente 2 miliondi e ottocentomila dollari, ai quali si dovranno aggiungere un milione e settecentomila dollari versati dal solo Thicke e poco meno di 360mila dollari da parte della società di edizioni di Williams. Altri 9000 dollari dovranno essere versati come interessi sull'importo totale alla famiglia di Gaye, ai quali è stato anche accordato il 50% sui futuri incassi maturati dai diritti d'autore del brano.

La vicenda legale fece registrare il primo sviluppo nel marzo del 2015, quando il tribunale americano - in primo grado - condannò il già leader dei NERD e Thicke a pagare 7 milioni e 300mila dollari per il plagio di "Got to Give It Up": i due ricorsero in appello ma lo scorso marzo il tribunale losangelino confermò la sentenza di primo grado, tagliando però di due milioni di dollari l'importo richiesto alle due popstar a titolo di risarcimento.

La sentenza definitiva ha escluso T.I., rapper coinvolto nella scrittura di "Blurred Lines" inzialmente chiamato in causa nel processo, solo perché autore del testo della strofa, quindi non coinvolto nella stesura della parte musicale del brano.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.