NEWS   |   Pop/Rock / 13/12/2018

Battaglia legale per 'Blurred Lines': Thicke e Pharrell condannati a pagare 5 milioni di dollari

Battaglia legale per 'Blurred Lines': Thicke e Pharrell condannati a pagare 5 milioni di dollari

Il giudice federale californiano John A. Kronstadt ha condannato Robin Thicke e Pharrell Williams a pagare un totale di cinque milioni di dollari alla famiglia di Marvin Gaye dopo che la corte d'appello californiana aveva ribadito, in secondo grado, la sentenza di plagio da parte delle due popstar ai danni della leggenda della Motown per "Blurred Lines", realizzata plagiando il classico del soul man del '77 "Got to Give It Up".

Nello specifico - riferisce l'edizione americana di Billboard - i due artisti e la More Water From Nazareth Publishing Inc., società di edizioni controllata da Williams , dovranno versare congiuntamente 2 miliondi e ottocentomila dollari, ai quali si dovranno aggiungere un milione e settecentomila dollari versati dal solo Thicke e poco meno di 360mila dollari da parte della società di edizioni di Williams. Altri 9000 dollari dovranno essere versati come interessi sull'importo totale alla famiglia di Gaye, ai quali è stato anche accordato il 50% sui futuri incassi maturati dai diritti d'autore del brano.

La vicenda legale fece registrare il primo sviluppo nel marzo del 2015, quando il tribunale americano - in primo grado - condannò il già leader dei NERD e Thicke a pagare 7 milioni e 300mila dollari per il plagio di "Got to Give It Up": i due ricorsero in appello ma lo scorso marzo il tribunale losangelino confermò la sentenza di primo grado, tagliando però di due milioni di dollari l'importo richiesto alle due popstar a titolo di risarcimento.

La sentenza definitiva ha escluso T.I., rapper coinvolto nella scrittura di "Blurred Lines" inzialmente chiamato in causa nel processo, solo perché autore del testo della strofa, quindi non coinvolto nella stesura della parte musicale del brano.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi