Metal for the masses: Napalm Death (1 / 5)

Metal for the masses: Napalm Death

E' la metà del 1981 e la cittadina di Meriden, a 7 km dall'aeroporto di Birmingham sta dando alla luce una delle creature più bizzarre, violente e longeve della storia del metal estremo: headbangers e headbangerettes, i Napalm Death.

La band è frutto della volontà e dell'impegno di due teenager immersi fino al collo nella scena anarcho-punk inglese: dopo aver fondato una fanzine, Nicholas Bullen e Miles Ratledge decidono di fare il passo successivo e di mettersi a fare anche musica, come i loro idoli Crass, Discharge et similia. Ma da semplici adolescenti entusiasti, che cercano di suonare come i gruppi che ascoltano, i Napalm Death si trasformano - con non poche traversie, mutamenti e scossoni che durano in pratica per quasi tutti gli anni Ottanta - in una vera e propria entità a sé, capace di segnare un genere e di lasciare un'impronta indelebile nella storia del metal moderno.

Basti pensare che il loro "Scum" - album d'esordio del 1987 - è considerato da molti il primo vero esempio di grindcore, una sorta di pietra miliare che decreta la nascita di un genere. E scusate se è poco...

Ascolta i Napalm Death e molti altri nella playlist METAL FOR THE MASSES!

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.