Eurovision Song Contest 2018 al via stasera: i favoriti, il meccanismo della gara e tutto quello che c'è da sapere

Eurovision Song Contest 2018 al via stasera: i favoriti, il meccanismo della gara e tutto quello che c'è da sapere

Al via questa sera l'Eurovision Song Contest 2018, con la prima delle tre serate in cui è tradizionalmente articolata la manifestazione, giunta quest'anno alla 63esima edizione. Ecco chi sono i favoriti, il meccanismo della gara e tutto quello che c'è da sapere.

Quest'anno l'evento è ospitato dal Portogallo, paese vincitore della scorsa edizione grazie a Salvador Sobral e alla sua "Amar pelos dois" (Sobral, tra l'altro, sarà ospite della finalissima: per l'occasione si esibirà nientemeno che con Caetano Veloso). La venue scelta come sede dell'Eurovisiong Song Contest 2018 è l'Altice Arena di Lisbona, inaugurata nel 1998: la capienza è di 12.500 posti a sedere.

Sono 43 i paesi che partecipano quest'anno alla manifestazione: per la prima volta dal 2011 non ci sono stati ritiri.

L'Altice Arena di Lisbona ospiterà tutte e tre le serate in cui è suddivisa la 63esima edizione del festival: le due semifinali e la serata finale. La due semifinali vedranno esibirsi i rappresentanti di 37 paesi che non hanno accesso diretto alla finale (i primi 19 per la prima serata, gli altri 18 per la seconda serata) per cercare di conquistare un posto in finale: vi accederanno solo 10 paesi-concorrenti qualificati durante la prima semifinale e 10 paesi-concorrenti qualificati durante la seconda semifinale, oltre ai 6 finalisti di diritto (per un totale di 26 stati). I finalisti di diritto sono il Portogallo (in quanto paese che ospita l'edizione 2018) e i cosiddetti "big five", ossia Regno Unito, Spagna, Francia e Italia.

La prima semifinale, che si terrà questa sera, martedì 8 maggio, vedrà esibirsi - nell'ordine - questi 19 paesi-concorrenti:

Azerbaigian - Aisel, "X my heart"
Islanda - Ari Ólafsson, "Our choice"
Albania - Eugent Bushpepa, "Mall"
Belgio - Sennek, "A matter of time"
Repubblica Ceca - Mikolas Jofes, "Lie to me"
Lituania - Ieva Zasimauskaitė, "When we're old"
Israele - Netta Barzilai, "Toy"
Bielorussia - Alekseev, "Forever"
Estonia - Elina Netšajeva, "La forza"
Bulgaria - Equinox, "Bones"
Macedonia - Eye Cue, "Lost and found"
Croazia - Franka Batelić, "Crazy"
Austria - Cesár Sampson, "Nobody but you"
Grecia - Gianna Terzī, "Oneiro mou"
Finlandia - Saara Aalto, "Monsters"
Armenia - Sevak Khanagyan, "Qami"
Svizzera - ZiBBZ, "Stones"
Irlanda - Ryan O'Shaughnessy, "Together"
Cipro - Eleni Foureira, "Fuego"

La seconda semifinale, che si terrà invece giovedì 10 maggio, vedrà esibirsi - nell'ordine - questi 18 paesi-concorrenti:

Norvegia - Alexander Rybak, "That's how you write a song"
Romania - The Humans, "Goodbye"
Serbia - Sanja Ilić & Balkanika, "Nova deca"
San Marino - Jessika e Jenifer Brening, "Who we are"
Danimarca - Rasmussen, "Higher ground"
Russia - Julija Samojlova, "I won't break"
Moldavia - DoReDos, "My lucky day"
Paesi Bassi - Waylon, "Outlaw in 'em"
Australia - Jessica Mauboy, "#We got love"
Georgia - Iriao, "For you"
Polonia - Gromee e Lukas Meijer, "Light me up"
Malta - Christabelle, "Taboo"
Ungheria - AWS, "Viszlát nyár"
Lettonia - Laura Rizzotto, "Funny girl"
Svezia - Benhamin Ingrosso, "Dance you off"
Montenegro - Vanjia Radovanović, "Inje"
Slovenia - Lea Sirk, "Hvala, ne!"
Ucraina - Mélovin, "Under the ladder"

Ecco, invece, i finalisti di diritto:

Portogallo (organizzatore) - Cláudia Pascoal e Isaura, "O jardim"
Regno Unito - SuRie, "Storm"
Spagna - Alfred e Amaia, "Tu canción"
Italia - Ermal Meta e Fabrizio Moro, "Non mi avete fatto niente"
Germania - Michael Shulte, "You let me walk alone"
Francia - Made Monsieur, "Mercy"

A decidere quali, tra i paesi-concorrenti delle semifinali, si aggiudicheranno un posto nella finale di sabato sera, 12 maggio, saranno sia i telespettatori (attraverso il televoto) sia le giurie rappresentative di ogni paese (nella tradizionale scala da 1 a 12): da regolamento, però, né le giurie né il pubblico da casa potranno votare per il proprio paese. Televoto e giurie avranno pari peso nell'assegnare i punti per la classifica finale di ogni serata (50% l'uno, 50% l'altra). Nella prima semifinale, oltre alle giurie rappresentative dei vari paesi in gara, avranno diritto di voto anche le giurie nazionali di Portogallo, Regno Unito e Spagna. Nella seconda semifinale, oltre alle giurie rappresentative dei paesi in gara, avranno diritto di voto anche le giurie nazionali di Francia, Germania e Italia.

Veniamo dunque alla serata finale, quella di sabato 12 maggio: i dati relativi alle votazioni delle giurie e quelli relativi al televoto dei singoli paesi, pari al 50% del punteggio finale, proprio come avvenuto lo scorso anno verranno anche per questa edizione presentati separatamente. Solo alla fine della serata verrà reso noto il paese-concorrente vincitore del concorso, quanto al risultato delle votazioni delle giurie nazionali verrà combinato quello del televoto.

L'Italia sarà rappresentata dal duo che ha vinto l'ultimo Festival di Sanremo, Ermal Meta e Fabrizio Moro: i due cantautori si presenteranno al pubblico europeo con "Non mi avete fatto niente".

Ma chi sono i favoriti alla vittoria? Secondo i principali bookmakers ad aggiudicarsi la vittoria potrebbe essere la cantante in gara per Cipro, Eleni Foureira, con la sua "Fuego": la sua vittoria è pagata 3,5 da Bet365, Unibet, Betfair Sport e Bwin. Sotto di lei troviamo Netta Barzilai, la cantante in gara per Israele con "Toy": la sua vittoria è quotata 4 dai principali scommettitori. Secondo i bookmakers, infine, a contendersi il gradino più basso del podio potrebbero essere il cantante della Norvegia Rybak o la rappresentante dell'Estonia Elina Nechayeva: la loro vittoria è quotata 7 dagli scommettitori. Nella classifica dei bookmakers Ermal Meta e Fabrizio Moro si trovano al nono posto: la loro vittoria è data a 36 da Bet365, a 41 da Unibet, a 45 da CoolBet, a 34 da Bwin.

In Italia, entrambe le semifinali dell'8 e del 10 maggio saranno trasmesse a partire dalle ore 20.50 su Rai4, con il commento di Carolina Di Domenico e Saverio Raimondo. La finale sarà invece trasmessa su Rai1, con il commento di Federico Russo e Serena Rossi (e sarà commentata in contemporanea su Radio 2 Rai con il commento della stessa Carolina Di Domenico e di Ema Stokholma).

La giuria italiana, infine. È composta da cinque professionisti, tra musicisti, autori tv e musicisti: presidente di giuria è Silvia Gavarotti (cantante soprano e docente), Antonella Nesi (giornalista dell'agenzia di stampa ADNKronos), Sandro Comini (jazzista), Matteo Catalano (autore) e Barbara Mosconi (giornalista per TV Sorrisi e Canzoni).

Dall'archivio di Rockol - Dieci gruppi italiani dai quali ci si potrebbe aspettare una reunion
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.