Lil' Wayne, l'ipotesi di TMZ: in ospedale per colpa del sizzurp. Cos'è la 'droga legale' preferita dai rapper del sud degli USA

Lil' Wayne, l'ipotesi di TMZ: in ospedale per colpa del sizzurp. Cos'è la 'droga legale' preferita dai rapper del sud degli USA

Non sarebbe l'epilessia, ma una bevanda preparata artigianalmente (e ai confini della legalità) la causa degli attacchi che hanno costretto Lil' Wayne a ricorrere alle cure dei medici: ad avanzare l'ipotesi è stata TMZ, testata - solitamente bene informata - che per prima ha riferito del ricovero del rapper di New Orleans.

Secondo i cronisti del giornale online losangelino, a provocare gli attacchi all'artista sarebbe stato il sizzurp, chiamato anche lean, purple drank, Texas tea o dirty Sprite. Di cosa si tratta, esattamente?

La bevanda, ovviamente, non viene commercializzata - né negli Stati Uniti né in qualsiasi altro paese del mondo - già pronta, ma può essere preparata con ingredienti facilmente reperibili in commercio. La base, per così dire, è costituita da un soft drink analcolico al gusto di limone assimilabile all'acqua tonica o alla gazzosa: l'ingrediente essenziale del cocktail è rappresentato da un qualsiasi sciroppo per la tosse che contenga codeina o prometazina. A questo si aggiungono, per insaporire, caramelle zuccherate al gusto di frutta. L'effetto procurato è di euforia, associata a sonnolenza, temporanea menomazione della mobilità articolare e disturbi del linguaggio - aspetto, quest'ultimo, che dovrebbe essere la prima preoccupazione di un rapper.

La bevanda è diffusa ormai da quasi un decennio presso la comunità hip hop del sud degli Stati Uniti, e trae origine da un preparato consumato dai bluesman di Houston negli anni Sessanta, composto essenzialmente da sciroppo per la tosse e birra. Benché a base di ingredienti disponibili in vendita sul mercato legale, il sizzurp - specie se consumato insieme a bevande alcoliche o sostanze stupefacenti - può avere effetti letali, andando ad agire sul sistema nervoso centrale (tramite la prometazina) e il sistema respiratorio (per mezzo della codeina). Inoltre, lo stesso Lil' Wayne già nel 2008 riferì a MTV di quanto la bevanda possa indurre effetti di assuefazione: "Quando smetti senti la morte arrivarti nello stomaco: tutti vogliono che smetta, ma non è semplice".

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.