Addio a Dave Rosser, il chitarrista degli Afghan Whigs ha perso la battaglia contro il cancro

Addio a Dave Rosser, il chitarrista degli Afghan Whigs ha perso la battaglia contro il cancro

Il chitarrista degli Afghan Whigs Dave Rosser non ce l’ha fatta a vincere la battaglia contro l’inoperabile cancro al colon che lo aveva colpito ed è morto a 50 anni.

La scomparsa del musicista è stata confermata da Rick G. Nelson, un collaboratore del gruppo. Mentre Jeff Klein dei My Jerusalem dal profilo Facebook della band di Austin ha condiviso il suo toccante pensiero: "Non ci sono parole per esprimere quanto ti amo David Rosser. Averti avuto come amico è e sarà una delle migliori cose della mia vita. Sei un tesoro raro. Ti porterò con me ovunque andrò…".

Rosser, che ha collaborato anche con Mark Lanegan, aveva annunciato la sua malattia nell’ottobre 2016. Il chitarrista entrò a far parte degli Afghan Whigs nel 2014 in occasione dell’album “Do the beast” che segnò la reunion del gruppo dopo 16 anni. Rosser ha suonato anche nell’ultimo disco della band capitanata da Greg Dulli, uscito lo scorso maggio, “In spades”.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.