Comunicato Stampa: 'Instabile Festival 2004' dal 8 al 13 dicembre a Pisa

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Ministero dei Beni e Attività Culturali, Dipartimento per lo Spettacolo – Provincia di Pisa – Comune di Pisa – Comune di S. Giuliano Terme - Teatro Verdi Pisa – Associazione Italian Instabile Orchestra - PisaMusica 2000

GoJazzin’ - PISA 8-13 Dicembre 2004

INSTABILE'S

8 Dicembre, Pisa, Cineclub Arsenale, ore 22.00
“Beuys Voice”

Per il XX Anniversario della Difesa della natura di Joseph Beuys Umberto Petrin, pianoforte. Introduce Lucrezia De Domizio Durini Beuys (1921-1986) incarna l'energia centrifuga ed anti-tradizionale dell'arte contemporanea. Tutta la sua opera ha una forte connotazione simbolica centrata sull'energia creativa dell'uomo. Il progetto Beuys Voice, in collaborazione con Lucrezia De Domizio Durini, celebra il ventennale della Difesa della Natura (Bolognano 1984). Sulle immagini del prezioso video "Diary of Seychelles" il pianoforte improvvisato e le onde elettroniche di Emanuel D.M. Pimenta vanno alla ricerca della vera "voce" di Beuys.

9 Dicembre, Pisa, Sala Multimediale del Cinema Lumiére
“Ho veduto volare” Trittico per Boccioni

Immagini a cura di Ilaria Schiaffini
Silvia Schiavoni, voce e testi; Giancarlo Schiaffini, trombone e elettronica. Lo spettacolo propone visioni di suono, o sonorità di immagini, intorno a Umberto Boccioni. Il testo usa scritti autobiografici, teorici e letterari dell’artista, ma suggerisce anche risonanze con la poesia italiana dell'epoca. “Trittico” non è una struttura tripartita ma un dispiegarsi simultaneo di tre piani della visione, o di tre punti di vista, che guardano a Umberto Boccioni in modo del tutto individuale. Il risultato non è sempre consonante, ma certo è risonante, e questo a Boccioni sarebbe piaciuto.

10 Dicembre, Pisa, Teatro S. Andrea
“Doppio senso unico”

Tiziana Bertoncini, violino; Thomas Lehn, sintetizzatore; Giulia Gerace, video; Camilla Bonadonna, fotografie.
L'astratto di questo progetto è organico, materico, denso o rarefatto, ma pulsante di vita. Il violino è essere evocativo, oppure solo suono; il sintetizzatore è acustico, duttile e plasmabile; le immagini esplorano le linee e la grana della materia. L'ossatura è il tempo, elemento astratto del divenire concreto. I linguaggi interagiscono in tempo reale per convergenza, per frizione, per un' "evoluzione a-parallela" (G.Deleuze); alterati nella loro identità diventano parti di un processo globale.

11 Dicembre, Pisa, Teatro Verdi
Léandre Tramontana Lovens
Joëlle Léandre, contrabbasso e voce; Sebi Tramontana, trombone; Paul Lovens, batteria.

Emanuele Parrini e Tiziana Ghiglioni
“Rotella Variations”
Tiziana Ghiglioni, voce; Emanuele Parrini, violino;Claudio Fasoli, sassofoni; Gianluigi Trovesi, alto e clarinetto; Nico Gori, clarinetto; Giancarlo Schiaffini, trombone; Jacopo Martini, chitarra; Franco Nesti, contrabbasso; Tiziano Tononi, percussioni.

Sebi Tramontana incontra in questo trio due figure guida della musica improvvisata europea, le cui ispirazioni trascendono il jazz per avvicinarsi a tutte le forme della musica contemporanea in un dialogo intenso che non rinuncia mai alla sfumatura ironica, mentre Tiziana Ghiglioni ed Emanuele Parrini hanno riunito le più acute intelligenze del jazz italiano per creare una musica in cui corre il filo rosso di un pensiero comune, sempre pronto ad accogliere, per rivelarne l’implicita musicalità, l’eco preciso di un'arte visiva fatta essa stessa di improvvisazioni e di incontri casuali. Come scrive Rotella, “La voce umana non deve essere limitata solamente ad un linguaggio convenzionale, ma è una fonte inesauribile di strumenti musicali naturali. Se essa è accoppiata al jazz, diventa un doppio strumento musicale.”

12 Dicembre, Pisa, Teatro Verdi
Carlo Actis Dato Quartet
Carlo Actis Dato e Beppe Di Filippo, sassofoni; Enrico Fazio, contrabbasso, Fiorenzo Sordini, batteria
Giovanni Maier
Mosaic Orchestra
Luca Calabrese, tromba; Lauro Rossi, trombone; Enrico Sartori, sax alto e clarinetto; Saverio Tasca, vibrafono; Giorgio Pacorig, pianoforte; Giovanni Maier, contrabbasso; Zeno De Rossi, batteria

Due diverse interpretazioni personali del “melting pot” musicale contemporaneo: il quartetto di Actis Dato mette in scena una furiosa miscela teatrale/musicale di grande impatto in cui convivono jazz, musica etnica mediterranea e mediorientale, funk e musica africana, sonorità caraibiche, balcaniche, orientali e il ricordo di vecchie canzoni italiane, materiali eterogenei che vanno a comporre un evento tra Commedia dell’arte e Teatro dell’assurdo, mentre la Mosaic di Maier esprime con un “suono” omogeneo i molteplici interessi del leader attraverso una tecnica compositiva basata sull’improvvisazione e quindi capace di accogliere i contributi personali di una formazione ricca di talenti.

13 Dicembre, Pontasserchio, Auditorium scuola media, ore 10
Da New Orleans a Ornette Coleman
Lezione concerto sulla storia del Jazz con: Luca Calabrese, tromba;Giuliano Tull, sassofoni; Lauro Rossi, trombone; Giovanni Maier, contrabbasso, narratore Francesco Martinelli

13 Dicembre, Pisa, Teatro Lux
Daniele Cavallanti Quartet

Daniele Cavallanti, sax tenore; Ivano Borgazzi, piano; Tito Mangialajo, contrabbasso; Tiziano Tononi: batteria. Il sassofonista milanese Daniele Cavallanti è tra i fondatori dell'Italian Instabile Orchestra nel 1990, e gli ascoltatori pisani hanno già avuto modo di ascoltare sia le sue composizioni per orchestra sia lo straordinario duo con Tiziano Tononi, Udu Calls. Il suo nuovo quartetto “classico” presenta brani originali e temi della tradizione jazzistica moderna, di Thelonious Monk, John Coltrane, Duke Ellington, Ornette Coleman e Don Cherry.
Gli spettacoli iniziano alle 21.30 salvo dove diversamente indicato.

Ingresso: Teatro Verdi 10 €, S. Andrea, Sala Multimediale e Cineclub Arsenale 8 €, Teatro Lux 5 €.

I biglietti saranno in vendita un'ora prima dell'inizio dei concerti.
Info 347.40.98.316
www.italianinstabileorchestra.com/pisa2004
Music Biz Cafe, parla Andrea Rosi (Sony Music Italy)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.