Da riscoprire: la storia di “Texas Flood” di Stevie Ray Vaughan and Double Trouble

Da riscoprire: la storia di “Texas Flood” di Stevie Ray Vaughan and Double Trouble

Pochi album hanno cambiato le sorti di un intero genere musicale. “Texas flood” l’ha fatto. Pubblicato nel giugno 1983, il disco di debutto di Stevie Ray Vaughan con i Double Trouble ha reso nuovamente cool il rock-blues, che in quel periodo è l’ultima delle passioni degli acquirenti di dischi. Tramontata l’epoca dei grandi strumentisti blues, i chitarristi che stanno facendo la storia in quegli anni suonano hard & heavy e i musicisti della vecchia guardia come Eric Clapton si stanno dedicando a musiche più prossime al pop. “Texas flood” cambia lo scenario. Il chitarrista riporta il blues in classifica, per un anno e mezzo. Il suo modo di suonare assieme viscerale e tecnico riaccende entusiasmi sopiti e nel giro di pochi mesi Vaughan diventa il bluesman bianco più chiacchierato al mondo. La formula del power trio basso-chitarra-batteria torna a fare sensazione.

GUARDA LA PAGINA DEDICATA A  STEVIE RAY VAUGHAN E PRE-ASCOLTA GLI ALBUM CHE PREFERISCI

Nell’estate del 1982 Vaughan è un chitarrista di lungo corso, ma è conosciuto solo nel circuito dei club texani a un ristretta cerchia di appassionati che sanno che è il fratello minore di Jimmie Vaughan e che si esibisce con i Double Trouble, ovvero il bassista Tommy Shannon e il batterista Chris Layton.

CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE DI "TEXAS FLOOD" SUL SITO DI LEGACY

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.