Scialpi: si unisce in matrimonio, primo cantante in Italia, con il compagno Roberto Blasi

Scialpi: si unisce in matrimonio, primo cantante in Italia, con il compagno Roberto Blasi

Il cantante Giovanni Scialpi dopo sei anni di convivenza sposerà in rito civile il compagno Roberto Blasi.

L’annuncio arriva direttamente dal 53enne cantante originario di Parma. I preparativi per la cerimonia, che dovrebbe tenersi verso la fine di Agosto in un comune ancora ignoto, e la conseguente festa fervono. Scialpi è il primo cantante nella nostra nazione a muoversi in questo senso.

Il portavoce di Gay Center Fabrizio Marrazzo con gli auguri e le felicitazioni consiglia anche un luogo ove poter festeggiare: “Auguri a Scialpi per l'annuncio del suo matrimonio con il compagno Roberto Blasi. Per l'evento di festeggiamento noi avremmo un luogo da suggerire: Piazza Montecitorio. Ci vorrebbe proprio una festa gay con concerto sotto il palazzo più sordo d'Europa ai diritti civili dei gay. Magari scende a festeggiare anche Renzi”.



 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.