Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Metal / 26/05/2015

Helloween: 'È nostro diritto fare ciò che vogliamo!' - intervista

Helloween: 'È nostro diritto fare ciò che vogliamo!' - intervista

Il nuovo album dei veterani del metal made in Germany, gli Helloween, esce il 2 giugno: è intitolato "My God-given right" e rappresenta il quindicesimo tassello della loro discografia. Inciso fra lo scorso mese di ottobre 2014 e il febbraio del 2015 nell'isola di Tenerife (nello studio di proprietà del gruppo, peraltro), contiene 13 brani nell'edizione standard (che arrivano a essere quindici in quella digipack limitata e 16 in quella digital download) e promette di essere una sorta di ritorno alle radici del sound che gli Helloween proponevano negli anni Ottanta - che fece di loro una colonna portante del filone speed e power metal.

Abbiamo avuto modo di fare una chiacchierata rapida con la band, per sentire cosa ha da raccontarci su questo nuovo lavoro. In particolare,  a proposito del ritorno alle radici, abbiamo chiesto loro se dovevamo aspettarci qualcosa di vicino a dischi ormai mitici come "Walls of Jericho" e "Keeper of the seven keys". La risposta è stata eloquente, anche se molto diplomatica:

C’è certamente un po’ del sound dell’epoca di "Walls of Jericho" dentro ed è questo il motivo per cui abbiamo detto che abbiamo cercato di catturare l’ampio spettro di tutte le fasi degli Helloween. Diciamo che i pezzi migliori del disco avrebbero potuto facilmente essere in “Walls of Jericho”, ma anche in "Keeper of the 7 keys pt. 1". Ma c’è anche altro materiale che potrebbe essere adatto a qualunque altro disco di quelli che abbiamo pubblicato in seguito...

In effetti, approfondendo, emerge il concetto di base da cui gli Helloween sono partiti per assemblare l'album:

L’idea era di fare un disco che attraversasse tre decenni di metal, dai nostri esordi ai giorni nostri. Abbiamo usato una tonnellata di attrezzatura analogica, vintage e direi che ne è valsa la pena, perché il risultato è ottimo.

E, in quest'ottica, anche il titolo acquisisce un sapore differente, quasi quello della celebrazione di una carriera lunga, soddisfacente e - sopratutto - all'insegna della realizzazione di un sogno:

Il titolo significa, in pratica, che è nostro diritto fare ciò che vogliamo. Tutti hanno un sogno da inseguire, a un certo punto. Però di solito succede che quando finisci la scuola dell’obbligo, fra i 18 e i 19 anni, ti trovi lì con un grande punto interrogativo su quello che vorrai fare da lì in poi... tantissime persone hanno un sogno, ma nella maggior parte dei casi sono circondate da persone, compresi i genitori, che ostacolano i loro sogni, non ti lasciano seguire la tua vocazione e finisci per non realizzarlo. Noi siamo stati molto fortunati e abbiamo avuto l'occasione per farlo.

La copertina è una bella illustrazione - nella migliore tradizione degli Helloween - curata dal blasonato Martin Häusler (che ha lavorato con Bon Jovi, Queen e Gotthard, fra gli altri), dal sapore post-apocalittico e glaciale. Abbiamo chiesto alla band come è nata e cosa significa:

L'illustrazione ha preso forma ed è nata dopo che l’artista che l’ha disegnata ha letto il titolo del disco: gli ha evocato questo tipo di immagine, legata a un futuro, in effetti, glaciale. Ma attenzione, perché l'immagine riflette anche l’idea dell’indipendenza e della volontà di seguire i propri sogni. Ha diversi livelli di lettura.

Fra i brani della tracklist spicca un titolo che incuriosisce: "If God loves rock’n’roll". E la genesi del pezzo è peculiare, come spiegano gli Helloween:

La canzone è basata sulla domanda: se credi in Dio e nel Paradiso, non potrebbe darsi che Dio sia il creatore del rock’n’roll, l’inventore di questa musica? E noi speriamo di potere continuare a suonarla anche da lassù! Del resto, solitamente si pensa che il rock’n’roll sia la musica dell’inferno e del demonio... ma se invece fosse la musica del paradiso? Del resto noi stessi abbiamo pensato che valeva la pena rimodulare i nostri comportamenti e fare qualcosa di buono nelle nostre vite, perché se uno finisce all’inferno e non c’è il rock’n’roll... allora non è affatto bello!

Non resta quindi che attendere il 2 giugno per ascoltare i nuovi brani degli Helloween, anche se è già disponibile, in anteprima, il video ufficiale di "My God-given right" (che potete vedere più sotto). Ma prima di congedarci dagli Helloween, non abbiamo potuto fare a meno di chiedere loro se più di 30 anni fa, quando hanno iniziato, immaginavano che sarebbero stati ancora qui, nel 2015, con una fan-base fedele e uno status quasi da icone...

È una bellissima sensazione essere ancora qui e credo che siamo in grado di farlo grazie al supporto e al sostegno dei fan, che ci sono vicini e ci seguono.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi