Bruce Springsteen, rinnovo milionario con Sony Music: accordo fino al 2027. Dettagli resi noti da WikiLeaks

Bruce Springsteen, rinnovo milionario con Sony Music: accordo fino al 2027. Dettagli resi noti da WikiLeaks

WikiLeaks, l'organizzazione internazionale nota per rendere noti documenti coperti da segreto, ha divulgato uno scambio di email tra i dirigenti di Sony Music risalenti allo scorso anno, le quali - tra le altre cose - trattano anche il tema del rinnovo di contratto del sessantacinquenne rocker statunitense; dallo scambio di messaggi, emerge che il contratto che legava Springsteen alla major con sede a New York è stato rinnovato nel 2014 in seguito ad un accordo per il quale il cantautore resterà legato all'etichetta fino al 2027. Ecco cosa si legge, infatti, in una email del 14 agosto inviata da Steven Kober (Executive Vice President e Chief Financial Officer di Sony Corporation of America) a Michael Lynton (CEO di Sony Entertainment):

"Ho valutato la nuova proposta di accordo con Springsteen. Si tratta di un accordo ricco, data la sua statura. Comunque, considerando la carriera che ha alle spalle, non possiamo permetterci di perderlo. Inoltre, possiamo ancora generare ricavi significativi dal suo catalogo: in base al nuovo accordo, avremo i diritti del suo catalogo fino alla metà del 2027. Io e i miei collaboratori abbiamo anche esaminato il contratto precedente [quello che la Sony ha rinnovato con Springsteen nel 2005, ndr], che in realtà era molto più ricco rispetto alla nuova proposta. Sony Music ha guadagnato circa 72 milioni di dollari in aggiunta ai 101 milioni di dollari pagati a Springsteen per la durata del contratto. Alla luce di tutto ciò, vi consiglio di approvare il nuovo accordo".



Uno scambio di mail tra lo stesso Michael Lyndon e Nicole Seligman (Sony Vice President, presidente di società) risalente al 17 e al 18 agosto rende nota la scelta di Sony Music di accettare la proposta.

Ecco cosa si legge infatti nel messaggio scritto da Lyndon:

"Parliamo di Springsteen: guarderò ai numeri, ma sono sicuro che andrà bene. Mi sembra strano rinnovare un contratto che in passato si era rivelato tanto controverso".



La risposta di Seligman:

"Sono d'accordo sull'affaire Bruce, l'ho valutato insieme a Kevin Kelleher [Executive Vice President e direttore finanziario di Sony Music, ndr] e Steve K. I numeri non sono grandi, ma Kevin insiste e dice che il rischio è basso e che non possiamo permetterci di perderlo. Non abbiamo scelta".



Come riferisce Billboard, un portavoce di Sony Music si è rifiutato di commentare le informazioni "rubate" e un rappresentante di Springsteen ha preferito non rispondere alla stampa.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.