Rachele Bastreghi presenta l'EP solista 'Marie': 'Quando scrivo mi sento libera'

Rachele Bastreghi presenta l'EP solista 'Marie': 'Quando scrivo mi sento libera'

A quindici anni di distanza dal suo esordio discografico come "anima femminile" dei Baustelle, Rachele Bastreghi debutta come solista con un EP intitolato "Marie", contenente un totale di sette tracce tra brani inediti e un paio di cover (ma c'è anche spazio per uno strumentale): "Tutto è nato in seguito alla chiamata del regista della fiction televisiva 'Questo nostro amore 70', Luca Ribuoli, che mi ha chiesto di interpretare il personaggio della chanteuse rock Marie cantando - in una delle puntate della serie - un brano di mia composizione", ha raccontato la cantautrice a Rockol, presentando l'EP, "inizialmente ero scettica, vedevo il mondo della televisione (e delle fiction più in particolare) come un mondo estremamente lontano dal mio; poi, però, il confronto con il regista mi ha convinta. Ho scritto dunque 'Mon petit ami du passé', che è il primo brano estratto da questo EP, dopo il quale sono arrivati altri brani (alcuni dei quali tenevo chiusi dentro un cassetto, rispolverandoli per l'occasione)". "Marie" è un EP ispirato e dedicato al suono, alla musica e alle forti personalità musicali degli anni '70, come spiegato dalla stessa Rachele Bastreghi: "Le influenze sono quelle che già insieme ai Baustelle abbiamo preso come modelli di riferimento dei nostri dischi, vale a dire il rock e la canzone d'autore degli anni '70: si va dai Velvet Underground e Nico a Serge Gainsbourg, passando per Jane Birkin, Franco Battiato e anche Ennio Morricone; gli anni '70 sono stati un periodo fiorente, creativo: apprezzo tanto le atmosfere proprie di quel decennio e gli stili musicali in voga in quel periodo. Queste influenze hanno maturato dentro di me nel corso degli anni e di conseguenza le riverso nelle cose che scrivo". Quanto ai testi, a dominare è una certa malinconia: "Nella serie televisiva interpretavo una donna che, per inseguire il suo sogno di diventare cantante, lascia marito e figli in Italia. Il tema centrale del mio personaggio era proprio quello dell'addio, la fine di un rapporto importante. Di conseguenza, questo tema ha rappresentato la guida generale dell'EP, che si presenta come una sorta di concept". Anche se in più di un'occasione Rachele ha avuto modo di firmare brani inclusi all'interno dei dischi incisi dai Baustelle, la cantautrice ha dichiarato di aver conosciuto la sua personale scrittura proprio grazie a questo EP: "Ho scoperto la mia mano grazie a questo progetto, anche se in passato ho avuto modo di firmare brani contenuti negli album incisi insieme ai Baustelle", ha spiegato a tal proposito Rachele, "quando suono e scrivo mi sento libera, mi sfogo. Porto dentro di me tanta tensione, che poi riesco a canalizzare nelle canzoni che scrivo".

L'EP vanta una serie di importanti collaborazioni: si va dal produttore Giovanni Ferrario (in passato al fianco di Morgan, John Parish e PJ Harvey) a musicisti quali Sergio Carnevale (Bluvertigo), Fabio Rondanini (Afterhours, Calibro 35), Marco Carusino (anch'egli già al fianco di Morgan come chitarrista) e nientepopodimeno che Mauro Pagani: "Le lavorazioni del disco si sono tenute presso gli studi di Mauro Pagani, le Officine Meccaniche. Quando gli abbiamo proposto di suonare il flauto in una delle due cover, quella di 'All'inferno insieme a te' - nella versione originale cantata da Patty Pravo - Mauro ha accettato con entusiasmo, ci ha fatto un regalo bellissimo", ha raccontato Rachele, "come produttore del progetto ho voluto Giovanni Ferrario, che conobbi due anni fa in occasione di un concerto a Verona de Le Luci della Centrale Elettrica. Poi ci sono amici come Sergio Carnevale e Fabio Rondanini: ho creato una specie di team di lavoro, proprio come si faceva negli anni '60 e '70". A proposito delle cover, Rachele ha invece dichiarato: "Sono una fan di Patty Pravo e ascolto sin da bambina gli Equipe 84: di conseguenza ho voluto omaggiare entrambi incidendo brani da loro portati al successo, cercando di rispettare le versioni originali delle canzoni". La band che ha affiancato Rachele nelle lavorazioni dell'EP: "Nelle prossime settimane cominceremo a lavorare alla scaletta e alla struttura dei vari concerti; dal momento in cui nell'EP sono contenuti appena sei brani, realizzeremo materiale nuovo. Sarà uno scontro tra Morricone e i Television".

Un EP, di solito, precede la pubblicazione di un vero e proprio album di inediti; nel caso di Rachele Bastreghi, questo album solista potrebbe vedere la luce in un futuro non troppo lontano, e a svelarlo - al termine della conversazione - è la stessa cantautrice: "Se inciderò un vero e proprio disco di inediti? Perché no? Le lavorazioni di questo progetto solista mi hanno coinvolta totalmente. E' una strada parallela che non dà fastidio al gruppo. Ad ogni modo, nei prossimi giorni cominceremo a scrivere il nuovo disco dei Baustelle, che dovrebbe raggiungere il mercato nel 2016 (ancora non ci siamo incontrati, però, per definire ulteriori dettagli)".

(di Mattia Marzi)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.