Berlino, 25 anni dopo la caduta del Muro: il meglio di 'The wall live in Berlin'

Perché il rock festeggiasse la caduta del muro di Berlino fu necessario aspettare otto mesi, dal 9 novembre del 1989 al luglio del 1990. A occuparsi della logistica, per chiamarla così, fu l'agente britannico Tony Hollingsworth, che occupò quella che fino a nemmeno un anno prima, in quella che sarebbe poi diventato la capitale della Germania unita, era terra di nessuno - lo spazio compreso tra Potsdamer Platz e la Porta di Brandeburgo - con un palco, ideato dall'immancabile Mark Fisher, largo 170 metri e capace di ospitare scenografie fino ad allora mai vista.

Dietro, ca va sans dire, c'era lui, che coi muri ha sempre avuto un cattivo rapporto: Roger Waters. Sulla mancata presenza degli ex colleghi nei Pink Floyd David Gilmour e Nick Mason le versioni sono contrastanti: uno scambio di abboccamenti incrociati non servì a far ritrovare i tre sul palco. E non solo: l'artista di Great Bookham avrebbe voluto con sé, sotto i riflettori, anche Peter Gabriel, Bruce Springsteen e Eric Clapton. Si sa che la storia non aspetta e non vive del senno di poi: i tre si dichiararono non disponibili, perdendo l'occasione di entrare nel cast di uno degli happening più importanti si sempre e lasciando il posto a una pattuglia di illustrissimi colleghi come Rick Danko, Levon Helm e Garth Hudson della Band, Van Morrison, Sinéad O'Connor, Cyndi Lauper, Marianne Faithfull, Scorpions, Joni Mitchell, Paul Carrack, Thomas Dolby e Bryan Adams. Il risultato fu uno show di quasi due ore diventato negli anni uno degli album live più celebrati di sempre, che finì nei piani alti della chart di tutta Europa. Ecco, di seguito, una selezione dei momenti salienti, con - in coda - la spettacolo completo.

"Another brick in the wall (part 2)", con Cyndi Lauper

Caricamento video in corso Link


"Mother", con Sinéad O'Connor e The Band

Caricamento video in corso Link


"Goodbye blue sky", con Joni Mitchell e la Rundfunk Orchestra

Caricamento video in corso Link


"Young Lust", con Bryan Adams
Caricamento video in corso Link


"Another brick in the wall (Part 3)", con Roger Waters e la Rundfunk Orchestra

Caricamento video in corso Link


"Comfortably numb", con Roger Waters, Van Morrison e The Band
Caricamento video in corso Link


"Run like hell", con Roger Waters e gli Scorpions

Caricamento video in corso Link


"The trial", con Tim Curry, Thomas Dolby, Ute Lemper, Marianne Faithfull e Albert Finney

Caricamento video in corso Link


"The tide is turning", con Roger Waters, Joni Mitchell, Cyndi Lauper, Bryan Adams, Van Morrison e Paul Carrack

Caricamento video in corso Link


"The wall – Live in Berlin", il concerto completo:


Caricamento video in corso Link




Leggi anche:

Berlino, 25 anni dopo la caduta del Muro: parla Massimo Zamboni (CCCP, CSI)

Berlino, 25 anni dopo la caduta del Muro: quella volta che CS&N...  

Berlino, 25 anni dopo la caduta del Muro: la playlist - ASCOLTA / VIDEO

Dall'archivio di Rockol - Dieci gruppi italiani dai quali ci si potrebbe aspettare una reunion
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.