Conor Oberst: nessuno stupro, la presunta vittima confessa 'Ho inventato tutto'

Conor Oberst: nessuno stupro, la presunta vittima confessa 'Ho inventato tutto'

Finisce con un colpo di scena la brutta vicenda che ha visto Conor Oberst (solista e leader dei Bright Eyes) accusato di stupro, online, da una donna di nome Joanie Faircloth nel dicembre del 2013.
La Faircloth all'epoca postò un commento anonimo sotto a un articolo pubblicato dal sito XOJane.com, raccontando un evento che si sarebbe svolto una decina di anni prima e che l'avrebbe vista vittima di una violenza sessuale da parte di Oberst nel backstage di un concerto.

Subito il musicista rispose alle accuse negandole con forza e querelando la donna - con tanto di richiesta di un milione di dollari per diffamazione. Ora, a diversi mesi di distanza, la Faircloth ha pubblicamente ammesso di avere inventato tutto e si è scusata con Oberst con un comunicato ufficiale che recita così: "Le dichiarazioni che ho fatto e reiterato online e in altre sedi negli ultimi sei mesi, accusando Conor Oberst di avermi stuprata, sono false al 100%. Ho inventato queste menzogne per attirare l'attenzione in un momento difficile della mia vita in cui cercavo di farmi una ragione per la malattia di mio figlio. Ritiro pubblicamente le mie dichiarazioni su Conor Oberst e mi scuso sinceramente con lui, la sua famiglia, i suoi fan per aver scritto quelle cose orribili sul suo conto. Capisco che le mie azioni sono state sbagliate e potrebbero diminuire la credibilità delle vere vittime di stupro e mi scuso anche per questo. Sono davvero dispiaciuta per tutto il dolore che ho causato".

Poche settimane fa si era peraltro sparsa la voce che Oberst, in seguito a questa vicenda, fosse stato messo alla porta dalla sua etichetta discografica - cosa poi smentita. Però l'impatto di queste accuse sulle vendite del suo ultimo disco non è stato affatto positivo.

Contenuto non disponibile

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.