@live, la guida ai concerti della settimana: Savages, Jurado, Babyshambles...

@live, la guida ai concerti della settimana: Savages, Jurado, Babyshambles...

Il 25 febbraio del 1985 gli U2, non ancora trentenni ma con già ben quattro album sulle spalle (“Boy”, “October”, “War” e “The unforgettable fire”, uscito da poco), davano il via al loro primo tour nei palazzetti in terra statunitense. Un bel salto in avanti per la band di Dublino, a quei tempi poco più che esordiente (“Boy” è del 1980), ma già pronta a spiccare definitivamente il volo. Non mancarono i problemi: le arene non sono i piccoli locali, e per riprodurre al meglio alcuni pezzi particolarmente complessi (in particolare proprio quelli di “The unforgettable fire”, titletrack in testa), gli U2 decisero, non senza alcune iniziali riserve, di utilizzare alcuni sequencer per integrare il sound e tradurre al meglio i pezzi dal vivo; una pratica che da allora è diventata di uso comune in tutti gli spettacoli di Bono e compagni. Oggi sono passati quasi trent’anni, e gli U2 sono una delle band più grandi del mondo, almeno dal punto di vista degli introiti. Vero, non fanno più i dischi di una volta, ma dal vivo sono ancora una gran bella garanzia (voce e schiena di Bono permettendo). Si vocifera da tempo di un nuovo album in uscita; addirittura più di uno. Chissà che presto non decidano di fare un salto dalle nostre parti.

Nell’attesa, concentriamoci sulle band che hanno già fissato da tempo date nel nostro paese e che sono in procinto di farci visita proprio nei prossimi giorni. I nomi in ballo sono tanti e la settimana, che si è già aperta con le Savages e Trentemøller di passaggio già ieri, promette molto bene. @live riparte proprio da qui.



Le Savages, infatti, saranno questa sera al Circolo degli Artisti di Roma e domani al Locomotiv di Bologna. Di queste ragazze si è detto e scritto tanto; sono stati uno dei fenomeni dello scorso anno, a nostro parere con discreto merito (il disco è davvero molto buono). La cosa che ci preme sottolineare è che vederle dal vivo non fa che rafforzare questa nostra convinzione. Che tradotto vuol dire che se ne avete la possibilità, non fatevele scappare. Idem dicasi per Trentemøller. La data di ieri all’Estragon pare essere andata molto più che bene. La foto con dedica sulla sua pagina facebook (OMG! Bologne you rocked !! And on a Monday night!! Can't believe it! Thank you so much!!!”) è tutto un programma. Anche Trentemøller noi di Rockol l’abbiamo già visto all’opera qualche anno fa (Magazzini Generali, Milano) e possiamo garantire per lui. Questa sera la seconda data italiana si terrà all’Atlantico di Roma e viste le premesse c’è di che essere contenti.

Contenuto non disponibile


Il martedì più concertoso degli ultimi anni però non si chiude qui. Sono ancora tre i nomi che abbiamo in ballo, e non sono nomi da poco. Anna Calvi chiuderà il suo mini tour di quattro date con il concerto al teatro Grande di Brescia. Ci è giunta notizia di alcuni biglietti ancora disponibili in biglietteria, ma non per molto. Se siete interessati affrettatevi: Anna se lo merita e il Grande è una location mozzafiato. Nel mentre, gli Of Montreal faranno il loro grande ritorno al Bronson di Ravenna e i Wooden Shjips infiammeranno il palco del circolo Magnolia di Segrate. Se il Magnolia è fuori mano, sappiate che domani saranno a Roma, sponda Circolo degli Artisti, giovedì 27 al Bronson di Ravenna (che doppietta con gli Of Montreal… e non è finita qui!) e sabato allo Spazio 211 di Torino.



Per chiudere abbiamo ancora due nomi di primissimo piano. Damien Jurado, reduce dalla pubblicazione del suo ultimo, splendido “Brothers and sisters of the eternal son” (di cui potete leggere la nostra recensione qui), si esibirà domani al Bronson (eccola qui la terza chicca), il 27 al Lanificio 159 di Roma e venerdì 28 all’Arci Bellezza di Milano. Imperdibile. Dei Babyshambles invece c’è molto poco da dire. Se siete fan, pregate che fili tutto liscio. Se non lo siete, beh… dei Babyshambles ve ne fregherà meno di zero. In ogni caso giovedì saranno all’Alcatraz di Milano e venerdì all’Atlantico di Roma. In bocca al lupo.





Bene, come di consueto, prima di chiudere permetteteci di fare gli auguri di buon compleanno al festeggiato del giorno. Come avrete già capito dal video qui sopra, ggi vogliamo ricordare uno dei più grandi di sempre, che proprio oggi avrebbe compiuto settantuno anni: George Harrison, nato il 25 febbraio del 1943, e, purtroppo, scomparso nel 2001. Tanti auguri George. Per quanto riguarda noi, invece, il prossimo appuntamento è fissato per martedì con una nuova selezione speciale firmata @Live. Se però nel frattempo non riusciste a sopportare l’attesa, su Rockol potete trovare news, photo gallery, ancora concert e recensioni: il tutto a portata di click.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.