Sanremo 2014: Bloody Beetroots, Tommy Lee e Raphael Gualazzi, la videointervista

Sanremo 2014: Bloody Beetroots, Tommy Lee e Raphael Gualazzi, la videointervista

E’ il trio più improbabile del Festival: si esibiranno questa sera, nella serata “Sanremo Club” cantando “Nel blu dipinto di blu”. “La urlerò”: scherza Tommy Lee, venuto appositamente dall’America, per amicizia di Sir Cornelius Bob Rifo.

“A gennaio ero a Los Angeles a girare un video - (Quello di "Raw", brano del recente album "Hide" di The Boody Beetroots, cui aveva partecipato) e gli ho chiesto: ‘Vuoi fare questa cosa? Sarà, divertente'. E’ stata tutto molto basic: ci divertiamo sempre assieme", dice Rifo, con la sicurezza di chi è abituato a chiamare per nome le rockstar e a frequentarle fuori dagli studi di registrazione: “Facciamo sempre le gare di cucina”, dicono all’uniscono. “Io cucino sempre la pasta al tonno”, chiosa il batterista dei Mötley Crüe.

Seduti in una sala di un albergo sanremese, ridono, scherzano come vecchi amici, con Gualazzi che sta un po’ in disparte: “Siamo tre ragazzi diversi, e con l’orchestra sarà fantastico”, dice il pianista. “Ma le commistioni estreme sono un buon modo di raccontare la musica di oggi. Tommy racconta di avere visto un po’ di video per capire il Festival (“Non sapevo fosse una gara…”), di avere fatto una jam questa mattina. E poi assieme si mettono a cantare…Ecco la nostra videointervista.



Contenuto non disponibile

 
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.