Franco Battiato presenta il live con Antony: 'Mai più dischi di musica leggera'

Franco Battiato presenta il live con Antony: 'Mai più dischi di musica leggera'

Si è tenuta questo pomeriggio in un noto albergo romano la conferenza stampa di presentazione dell'album live "Del suo veloce volo", registrato lo scorso 2 settembre in occasione del concerto che ha visto Franco Battiato ed Antony Hegarty condividere il palco dell'Arena di Verona. Nei negozi da questa mattina su etichetta Universal Music, il disco contiene sedici brani tratti dalla scaletta del concerto tra cui tre duetti tra il cantautore catanese e il frontman degli Antony and the Johnsons ("You are my sister", "As tears go by", scritta dai Rolling Stones per Marianne Faithfull, e "Del suo veloce volo", cover in italiano di "Frankenstein" degli Antony and the Johnsons) e due duetti tra il Maestro e Alice ("La realtà non esiste", omaggio al compianto Claudio Rocchi, e "I treni di Tozeur").

"La collaborazione con Antony è una di quelle collaborazioni musicali nate in maniera spontanea", ha affermato all'inizio dell'incontro con la stampa Battiato, "Avevamo avuto modo di incontrarci già qualche anno fa, quando decisi di realizzare una versione in italiano della sua 'Frankenstein' per inserirla nel mio album 'Fleurs 2'; ci eravamo lasciati con la reciproca promessa di fare qualcosa insieme prima o poi. Così, ho pensato di invitarlo a condividere con me l'emozione dell'Arena di Verona. A propormi di incidere questo album dal vivo, invece, è stato il mio produttore Francesco Cattini".

"Del suo veloce volo", tra le altre cose, riporta sul palco accanto al cantautore catanese anche Alice; a proposito dei duetti con la cantante di Forlì, Battiato ha affermato: "Oltre a 'La realtà non esiste' e 'I treni di Tozeur', insieme abbiamo proposto dal vivo anche 'Il vento caldo dell'estate', il primo brano che io ho prodotto per lei, che tuttavia non compare nella tracklist del disco. Da un po' di tempo a questa parte Alice ha scelto di allontanarsi dai riflettori e di vivere questa fase della sua carriera un po' appartata, nella nicchia. Fabio Fazio l'ha invitata al prossimo Sanremo nella categoria 'big' e io dovrei firmare uno dei suoi due brani da presentare in gara. Ma non posso dire nulla di certo, al proposito, perché la canzone la devo ancora scrivere. Ed essendo sempre in giro, in questi ultimi tempi, non so come e quando ci riuscirò". Nessuna preoccupazione, da parte dell'artista, per l'eventuale piazzamento della sua opera: "Non mi interessa come si potrà classificare il brano: l'unico obiettivo che ho è quello di scrivere per Alice un brano valido". Da escludere a priori, invece, la sua eventuale presenza - come ospite della Bissi - sul palco del teatro Ariston: "Tornare a Sanremo? No, grazie: mi è bastato andarci con Madonia nel 2011...", ha dichiarato sicuro Battiato. Per poi ha aggiungere: "Quando mi trovo a dover scrivere un brano per un altro artista mi sento un po' come un sarto: cerco sempre di cucire l'abito alla perfezione per far sì che l'artista possa indossarlo al meglio possibile".

L'incontro romano con la stampa è anche l'occasione per parlare dei progetti di Franco Battiato paralleli alla promozione di "Del suo veloce volo"; è partito infatti lo scorso 21 novembre il tour "Diwan-L'essenza del reale", un omaggio ad una scuola poetica araba sorta intorno all'anno Mille in Sicilia e di cui si conservano ancora diversi manoscritti (un'anteprima del progetto era stata già proposta da Battiato due anni fa). Accompagnato sul palco da una band d'eccezione che comprende le cantanti Sakina Al Azami, Etta Scollo e Nabil Salameh dei Radio Dervish alle voci, Carlo Guaitoli alle tastiere e al pianoforte, Gianluca Ruggeri alle percussioni e Jamal Ouassini al violino (senza dimenticare Pino "Pinaxa" Pischetola, ingegnere del suono), durante i concerti - che lo vedranno impegnato fino al prossimo 10 dicembre - il cantautore siciliano riprende dei manoscritti che ci sono pervenuti per riproporli in musica. In scaletta anche nuove canzoni scritte appositamente per questo progetto e alcuni successi del repertorio di Battiato riarrangiati per l'occasione. Senza dimenticare il versante cinema: il prossimo 11 dicembre sarà infatti proiettato nei cinema italiani il film "Temporary road - (Una) vita di Franco Battiato", il quale sarà proiettato in anteprima al Torino Film Festival venerdì 29 novembre. "È un film, realizzato con la regia di Giuseppe Pollicelli e Mario Tani, che racconta la mia lunga e articolata traiettoria artistica e umana", ha dichiarato al proposito l'artista, "Quando l'ho visto per la prima volta sono rimasto davvero colpito. Ho notato un percorso di miglioramento dagli esordi ad oggi; ripensando alla mia carriera, ci sono cose che cambierei sicuramente. Inizialmente ero un guerriero, poi quando ho iniziato a fare musica d'avanguardia mi sono trasformato in un individuo insopportabile e pieno di presunzione. Oggi butterei nel secchio quei due o tre dischi di musica leggera che ho inciso: quando riascolto quelle canzoni, me ne vergogno. Nel '69, poi, arrivò lo shock: ero sul palco di 'Un disco per l'estate' e sentii una voce dentro me che mi urlò 'Buttati sull'elettronica!'. Così mi procurai un sintetizzatore, più precisamente un VCS 3, che divenne per me quasi una droga. Quando mi mettevo a suonarlo venivo risucchiato in viaggi che mi portavano nell'antica Grecia, in mondi arcaici. Fu una vera e propria conversione".

All'interno di "Temporary road - (Una) vita di Franco Battiato" è contenuto anche un frammento video delle prove del concerto all'Arena di Verona dello scorso settembre, unica documentazione video della collaborazione tra Franco Battiato ed Antony Hegarty.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.