Comunicato Stampa: Al Rolling Stone 'Rude Records Party' con Sun Eats Hours, L’invasione degli Omini Verdi e Vadaviku

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


Rock Planet Productions
presenta

"Rude Records Party"

con Sun Eats Hours, L’invasione degli Omini Verdi e Vadaviku in concerto

Giovedì 29 Maggio
al ROLLING STONE
Apertura ore 22. Ingresso libero entro le 23, poi consumazione obbligatoria 6€.

I giovedì live del Rolling Stone sono giunti al loro ultimo appuntamento stagionale! E si conclude alla grande con il "Rude Records Party" che ci presenta i concerti di tre promettenti band del panorama punk – hardcore che sempre più sta facendo proseliti in Italia: stiamo parlando di Sun Eats Hours, L’invasione degli Omini Verdi e Vadaviku!

I Sun Eats Hours si sono costruiti negli anni un rispetto diffuso all’interno della scena punk hard core italiana grazie alla continuità del loro impegno e dedizione oltre che all’estremo amore per la musica, il gruppo e i fans.

Il gruppo inizia a farsi conoscere nell’alto Veneto con un primo demo autoprodotto nella primavera del 1999, riscuotendo il plauso di chi riscopre in loro l’energia del punk rock californiano degli anni ’90. Il gruppo prosegue autoproducendo un nuovo promo cd alla ricerca di una casa discografica, attirando l’attenzione delle maggiori indie straniere che vedono in loro "una delle band italiane da tenere d’occhio". Con "Don’t Waste Time", primo album ufficiale, divenentano uno dei nuovi punti di riferimento dell’hardcore melodico "Made in Italy". Di qui la band imbocca la strada dei live, con quasi 50 concerti in meno di un anno, supportando le date italiane di band come Offspring, Pennywise, Sick of it all, e partecipando ai maggiori eventi musicali del settore: l’Independent days festival e il Deconstruction Tour. Dicembre 2001 la band entra in studio per la registrazione del nuovo album, "Will", che vede la luce ad aprile 2002. La band torna on the road fino alla fine dell’anno, quando arriva il momento di tornare in studio. Marzo 2003: esce "Tour all over".


L’Invasione degli Omini Verdi, band dedita all’hardcore melodico di stampo californiano, nasce nel ‘99. Il loro primo album ufficiale, "Veniamo in Pace", vede la luce nel 2001 e nell’anno seguente porta i 4 ragazzi di Brescia a cimentarsi in un intenso tour di 40. Il singolo "Non c’è più Tempo" compare sul sampler della rivista Rock Sound Speciale Punk Italia. Fine 2002 inizio 2003: la band consolida il proprio ruolo di realtà emergente tra le più promettenti della Penisola partecipando a vari programmi televisivi, e grazie all’inclusione del singolo sul sampler della rivista francese Punk Rawk, e del brano"Dove vai?" in una compilation di distribuzione mondiale con gruppi europei ed americani. 2003: la band entra in studio per registrare il 3° album, "Non è un gioco", uscito alcune settimane fa.
Vadaviku - 1997: nasce il gruppo, inizialmente orientato verso sonorità metal. Ma, tempo pochi mesi, il sound del gruppo diventa un ibrido di hardcore, metal, trash, punk… "Kassonetto Punk" é titolo del primo demo, datato ‘98, che permise loro i primi concerti. Col tempo i nostri cominciano a comporre pezzi sempre più punk rock. L’attività live ingrana, e i ragazzi registrano il secondo demo. 2001: il brano "Quante volte" viene selezionato per apparire sulla compilation "Rumore di fondo 2001". Lo stesso anno arriva anche il primo cd, intitolato "Le Porno Vacche d’Assalto".

La colonna sonora del resto della serata sarà all’insegna del rock ‘contaminato’: sul groundfloor musica crossover, rock ed hip hop a cura di Max Brigante e Ste Lucchese; sul 2nd floor musica ska, punk e indie con Dj Niki di Radio Rock FM.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.