NEWS   |   Italia / 24/09/2013

X Factor 7: finale il 12 dicembre al Forum di Assago. Le videointerviste

X Factor 7: finale il 12 dicembre al Forum di Assago. Le videointerviste

Ai blocchi di partenza la nuova edizione di “X Factor”, la settima: si comincia giovedì 26 con le quattro puntate delle “audition”, per proseguire dal 24 ottobre con il programma live in diretta, dalla nuova struttrura la “X Factor Arena” costruita (con qualche polemica) nella perifieria milanese per ospitare 1200 persone ad ogni puntata. Finale il 12 dicembre, in diretta dal Forum di Assago per 7mila persone.


Alla conferenza stampa di oggi a Milano regna la tranquillità derivata dal successo delle edizioni precedenti su Sky, dove il talent si è trasferito dal 2011. Nella presentazione da parte della rete si sottolinea la volontà di non cambiare una formula di successo e ormai rodata. L'emittente promette una maggiore attenzione al lato musicale, non soltanto all’“interattività” televisiva. “Ci siamo concentrati sulla musica”, dicono i dirigenti Sky: “La presenza del live fa la differenza di sostanza”. I semifinalisti delle audition, infatti, si esibiscono con una superband formata da Federico Poggipollini (chitarrista di Ligabue) Sergio Carnevale (Baustelle, Bluvertigo), Marco “Garrincha” Castellani (Le Vibrazioni) e il tastierista Megahertz. Mentre i giudici hanno avuto come accompagnatori e consulenti nelle “home visit” Linus, Asia Argento, Marco Mengoni e Boosta.

La novità più grossa è ormai annunciata da tempo: la presenza di Mika come giudice, al posto di Arisa.

Contenuto non disponibile


L’artista inglese mostra una buona padronanza dell’italiano, con qualche errore qua e là e un po’ di inflessione anglosassone - come potete notare dalla nostra videointervista - e una discreta severità, stando ai filmati mostrati in conferenza stampa: “Ho fatto la scelta di fare questo programma per l’energia e per la libertà. Mi diverto. Si dice così?”. “L’ingresso di uno come Mika cambierà il gioco, lo alzerà molto: si giocherà un’altra partita”, dice elegantemente Morgan - che lascia intendere la volontà di collaborare musicalmente con Mika anche fuori dal programma. “Quest’anno ci sono un po’ meno concorrenti pazzi. Forse hanno capito che X Factor è un programma meritocratico e che c’è meno voglia di scherzare. Meno concorrenti improvvisati, più concorrenti preparati”, dice Cattelan, riconfermato alla conduzione. Mentre Morgan scherza - ma non troppo: “Non so cosa ci faccio qua, sinceramente me lo chiedo ogni volta. Mi diverto moltissimo, vinco quasi ogni volta. Faccio X Factor perché faccio musica ogni giorno, compulsivamente. Sono votato cristologicamente alla musica: non vedo l’ora di parlare di canzone, di pensare alle basi, di fare lezioni ai concorrente. Faccio X Factor perché mi diverto. Quest’anno ho un’idea: ‘Musica come cinema’. Ambirei a fare aggiornamenti cinematici, orchestrali. Vorrei invitare Pino Donaggio, il più grande autore di musica per cinema che abbiamo”.
br />
Contenuto non disponibile



Dalla Sony confermano il premio: un contratto discografico in partnership con X Factor. Ma, precisano, questo “vuol dire una serie di opportunità che puntano alla costruzione di una carriera. Se guardiamo ai vincitori delle edizioni passare vediamo sì la pubblicazione di singoli e di album, ma anche grandi collaborazioni, videoclip”. Mentre una nuova partnership è quella con Deezer, per le playlist streaming dei contenuti originali musicalli della trasmissione. Nessuna confermea e smentite sugli ospiti, ma verrà il “fondatore” Simon Cowell.