DMX dichiara bancarotta

DMX, coi suoi oltre 30 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, è senza dubbio uno dei rapper più apprezzati e di successo. Gli ultimi anni, però, per lui sono stati un vero e proprio filotto di guai giudiziari pesanti, che lasciano pochi dubbi sul fatto che Earl Simmons (questo il suo vero nome) non è esattamente uno stinco di santo... anzi, è meglio perderlo che trovarlo.
Stupro, abusi, sequestro di persona, maltrattamento di animali, aggressione, possesso di crack, possesso di cocaina, possesso di marijuana, possesso di armi non denunciate, guida pericolosa, guida in stato di ebbrezza, minacce, violazione della libertà condizionata, guida senza patente... questo (per sommi capi) è il campionario dei reati per ci è stato arrestato e detenuto più e più volte.

Ora DMX, stando a quanto riportato dal Wall Street Journal, ha presentato richiesta ufficiale per dichiarare bancarotta a Manhattan, dichiarando di possedere proprietà per 50.000 dollari totali, quando ha invece debiti per cifre che arrivano a 10 milioni di dollari. La richiesta si appella al cosiddetto "chapter 11" della legge fallimentare statunitense, che permette alle imprese che lo utilizzano una ristrutturazione a seguito di un grave dissesto finanziario. Tra i numerosi debiti di DMX c'è anche oltre un milione di dollari in assegni di mantenimento.

Il pubblicista del rapper ha anche diramato un comunicato ufficiale in cui spiega: "Le difficoltà finanziarie di DMX hanno ostacolato la sua carriera per anni. Una cattiva gestione delle finanze del management precedente ha addirittura causato la sua inibizione dal diritto di ricevere un passaporto. Il motivo di questa richiesta di bancarotta è una riorganizzazione dell'intera faccenda, così da permettergli di esibirsi anche davanti ai suoi fan d'oltreoceano. Infatti stiamo organizzando un tour in Europa e Africa per l'autunno del 2013".



Contenuto non disponibile

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.